La magia dell’incontro tra anziani e bambini (e alpaca)

Gli anziani ospiti hanno accolto i bambini della scuola d’infanzia Zigo Zago per una giornata di coccole pure con Zenzero e Cesare mentre gli alunni della primaria di Budrione hanno rinunciato alla loro merenda per fare un regalo ai ‘nonni’ del Carpine

0
517

E’ pura magia quella che nasce dall’incontro tra anziani e bambini: ogni volta ne scaturisce un calore che avvolge e commuove. E’ successo anche nella mattinata di martedì 21 dicembre al Carpine dove gli anziani ospiti hanno accolto i bambini della sezione dei cinque anni della scuola d’infanzia Zigo Zago di via Benassi per una giornata di coccole pure: nella struttura di piazzale Donatori di Sangue sono stati fatti entrare Zenzero e Cesare, due esemplari di alpaca del Loto Centro Riabilitativo di Budrione. Mille domande sono state fatte per saperne di più su questi animali pazientissimi che hanno accolto le carezze di grandi e piccini. A coronare la mattinata è stato l’arrivo di Babbo Natale con il suo elfo per distribuire doni a tutti i presenti.

Anche nella giornata di lunedì 20 dicembre l’emozione è salita alle stelle durante l’incontro con gli alunni della scuola primaria Martiri della Libertà di Budrione: in occasione della Festa del Pane hanno rinunciato alla loro merenda per fare un regalo ai ‘nonni’ del Carpine.

E non solo. Nel rispetto delle tradizioni natalizie, sabato 17 dicembre è risuonata al Carpine la musica della zampogna con tanto di suonatore in kilt che ha richiamato l’attenzione delle anziane signore che si chiedevano incuriosite cosa ci fosse sotto la gonna (“cusa ghé sota la stanela?”). Molto apprezzata anche Luciana Tosi che ha allietato i presenti con le sue sirudele dialettali.