Medici e infermieri premiati dal Lions per la lotta al Covid19

Si è tenuta sabato 17 dicembre presso la sala d‘onore del Palazzo Ducale di Modena, sede dell’Accademia Militare, la serata degli auguri del Lions Carpi Host nell’anno dedicato alla valorizzazione della formazione, quale strumento indispensabile per accrescere le opportunità di miglioramento nella vita di ognuno e, quindi, migliorare la società di cui siamo parte integrante.

0
455

Si è tenuta sabato 17 dicembre presso la sala d‘onore del Palazzo Ducale di Modena, sede dell’Accademia Militare, la serata degli auguri del Lions Carpi Host nell’anno dedicato alla valorizzazione della formazione, quale strumento indispensabile per accrescere le opportunità di miglioramento nella vita di ognuno e, quindi, migliorare la società di cui siamo parte integrante.

Nel corso della serata il Presidente del Lions Club Carpi Host Fabrizio Bulgarelli ha premiato con il Melvin JONES Fellow (la più alta onorificenza Lions) per aver combattuto in prima linea contro il Covid19 curando e assistendo i malati durante il periodo di lockdown, i medici, gli infermieri e gli ausiliari di Carpi, rappresentati dalla dottoressa Stefania Ascari direttrice del Distretto sanitario di Carpi, alla quale il Lions ha offerto anche un Service per la formazione consistente in un Master in infermieristica di famiglia e comunità donato dal Lions per al personale dell’Ospedale, in quanto ritenuto prioritario dal PNRR.

Nel corso della intensa serata è stato anche premiato il giovane talento carpigiano al pianoforte Mattia Verrini che è stato accompagnato dal Maestro Carlo Guaitoli, cui è stato conferito un nuovo premio alla carriera; premiati anche la soprano Maryana Zin ed il tenore Michele Mignone che hanno regalato ai partecipanti un flash mob a sorpresa e hanno intonato l’inno italiano.

Premiato inoltre l’ingegnere carpigiano Stefano Martinotti (Partner di Mckinsey, la società di consulenza strategica a Stati sovrani e grandi Gruppi) con il Carpine D’oro il prestigioso riconoscimento dedicato ai Carpigiani che in Patria o all’estero, nelle arti o nelle scienze con genialità e intraprendenza onorano la città; è il 15° sino ad oggi conferito dal 1971, dopo Gregorio Paltrinieri, Liliana Cavani, Anna Molinari, Guido Molinari, Carlo Guaitoli ed altri.

Durante l’evento e grazie anche al contributo dei Partner Audi Centrum, Schiatti Motor, Cantina Chiarli e Acetaia De Nigris, il Presidente del Lion Club Carpi Host ha inoltre consegnato service ad Alice, l’associazione per la prevenzione all’ictus cerebrale ed alla associazione Sopra le righe, nonché alla Lega italiana Lotta ai Tumori grazie al ricavato della distribuzione dei libri di Alessandra Pederzoli, che è intervenuta intervistata dalla giornalista e conduttrice televisiva Federica Galli.

Al temine della serata tutti i duecento ospiti hanno cantato l’inno nazionale dopo l‘intervento coinvolgente di Michele D’Andrea che ha raccontato la storia dell’inno.