Il nuovo Ponte dell’Uccellino sarà a campata unica

La struttura sarà realizzata 90 metri a sud dell’attuale, rialzata rispetto alla sommità dell’argine e con doppia corsia. Verrà affiancata da un percorso ciclopedonale in sede separata. L’intervento prenderà il via indicativamente a metà 2023, richiederà circa un anno e mezzo di lavori e un investimento complessivo di oltre 5 milioni di euro.

0
2259
Rendering nuovo Ponte dell’Uccellino

Il nuovo ponte dell’Uccellino sarà realizzato a circa 90 metri a sud dell’attuale ponte, lungo la prosecuzione dell’asse di via stradello Ponte Basso, il nuovo ponte dell’Uccellino. Avrà una struttura a campata unica in posizione rialzata di un metro e mezzo rispetto alla sommità arginale, così da liberare completamente l’alveo e massimizzare la sezione idraulica in periodi di piena, oltre a ricostituire il corridoio ecologico per animali ora costretti ad attraversare la sede stradale per proseguire sul percorso da monte a valle del ponte. L’infrastruttura sarà realizzata in acciaio Cor-Ten (dalla finitura ruvida e opaca di colore rosso-bruno) e calcestruzzo, materiali volti a minimizzare l’impatto del manufatto e a inserirlo nel paesaggio del territorio circostante, e avrà una carreggiata stradale di 7 metri di larghezza a doppia corsia e due cordoli esterni per complessivi 1.30 metri di larghezza.

Verranno realizzate le rampe stradali di accesso alla nuova infrastruttura e collegate attraverso altre opere stradali alla viabilità esistente. In particolare, a est la nuova rampa si innesterà nella recente nuova viabilità creata in via Stradello basso e alla pista ciclabile a nord. Sul lato ovest del fiume, la nuova rampa si innesterà su via Morello Confine attraverso una nuova rotatoria, del diametro di 30 metri e con una carreggiata di 7 metri, in grado di collegare in modo sicuro l’asse di nuova realizzazione, più grande, con quello esistente, più piccolo. È in programma, inoltre, la creazione di rampe di accesso alle sommità arginali per permettere ai mezzi di servizio l’accesso diretto. Particolare attenzione è stata data al rispetto ambientale: sui terrapieni delle rampe saranno disposte delle zone ad alberature sia per riprendere la vegetazione spontanea presente in quel tratto di campagna, sia per lasciare in piena vista il filare delle alberature limitrofe. 

A fianco del ponte è prevista la realizzazione di una nuova passerella ciclopedonale in sede separata, con una sezione transitabile di 2,50 metri di larghezza, collegate attraverso due rampe dedicate ai percorsi sulla sommità degli argini. Il piano di camminamento della passerella sarà in assi di legno e il suo parapetto, attraverso elementi verticali di diversa altezza, riprenderà la vegetazione tipica fluviale dei canneti circostante.

Sono, inoltre, previste opere di miglioramento dell’assetto stradale in via Morello Confine, con il ridisegno e l’allargamento dell’incrocio tra la stessa e via Villanova, lasciando un più ampio margine di verde intorno al grande esemplare di quercia presente, oltre all’inserimento di due nuove direttrici di svincolo per fluidificare il traffico agevolando le svolte. È inoltre prevista la realizzazione di due allargamenti puntuali della sede stradale (piazzole di scambio) tra l’incrocio con Villanova e l’argine del fiume. Verrà infine demolito il ponte esistente e rinaturalizzati tratti stradali non utilizzati.

Il Consiglio comunale di Modena, nella seduta di lunedì 12 dicembre, ha dato il via libera al progetto definitivo per la costruzione della nuova infrastruttura in variante allo strumento urbanistico del Comune di Modena e con modifiche più modeste sul territorio di Soliera. Nei prossimi giorni è previsto l’ulteriore passaggio in Consiglio comunale della convenzione tra i due Comuni, Provincia e Regione Emilia-Romagna per la realizzazione dell’intervento, che prenderà il via indicativamente a metà 2023, richiederà circa un anno e mezzo di lavori e un investimento complessivo di oltre 5 milioni di euro.