Il lotto che si affaccia su via Nilde Iotti resterà vuoto, ma Cmb assicura che lo “terrà ordinato”

Il verde pubblico e le opere di urbanizzazione primaria, dalle strade ai parcheggi, al percorso ciclopedonale, tra le vie Morbidina, Renzo Imbeni e Nilde Iotti, dove insiste il cantiere di Cmb per la realizzazione di un nuovo complesso residenziale, si sono conclusi. Nonostante il percorso nel verde e disseminato di belle panchine rosse non sia ancora stato ufficialmente consegnato alla città sono già in tanti a percorrerla in bici e a piedi per fare una passeggiata.

0
633

Il verde pubblico e le opere di urbanizzazione primaria, dalle strade ai parcheggi, al percorso ciclopedonale, tra le vie Morbidina, Renzo Imbeni e Nilde Iotti, dove insiste il cantiere di Cmb per la realizzazione di un nuovo complesso residenziale, si sono conclusi. La ciclabile realizzata dalla cooperativa di casa nostra è di particolare effetto e consentirà di giungere sino a via Morbidina in completa sicurezza. Nonostante il percorso nel verde e disseminato di belle panchine rosse non sia ancora stato ufficialmente consegnato alla città sono già in tanti a percorrerla in bici e a piedi per fare una passeggiata coi propri bambini o coi propri amici a quattro zampe.  La prossima settimana Cmb farà formale richiesta al Comune affinché l’ente pubblico possa procedere con la fase di collaudo delle opere infrastrutturali. Una volta verificato che tutto sia stato eseguito a regola d’arte, l’area potrà essere ceduta definitivamente al Comune a cui spetterà poi la sua manutenzione. I tempi però potrebbero essere ancora lunghi: l’iter di cessione infatti, verosimilmente, non si concluderà prima di qualche mese ma, a dettare tempi e agenda, sarà il Comune.

A restare tristemente desolato e incolto è invece l’ampio terreno che si affaccia su via Nilde Iotti: il lotto, anch’esso edificabile, non è decollato e, a quanto pare, complici anche i costi delle materie prime schizzati alle stelle, probabilmente resterà vuoto e di proprietà di Cmb. La cooperativa assicura che lo “terrà ordinato”. 

Auspicio condiviso da tutto il quartiere affinché non diventi un luogo di abbandono di rifiuti, erba alta e trascuratezza.

Jessica Bianchi