Modena, tenta di uccidere il figlio malato e si toglie la vita

Prima ha tentato di uccidere il figlio 38enne gravemente malato a colpi di martello, mentre dormiva, poi si è tolto la vita. Niente da fare per il papà 69enne, la cui vita lavorativa si è spesa a Carpi, per un’azienda che si occupa di macchine per la lavorazione del legno, il figlio malato invece è stato portato all'ospedale di Baggiovara, dove si trova in Rianimazione.

0
2215

Prima ha tentato di uccidere il figlio 38enne gravemente malato a colpi di martello, mentre dormiva, poi si è tolto la vita. É quanto avvenuto giovedì sera

a Modena. L’allarme è stato dato quando il fratello del ferito rientrando a casa si è reso conto di quello che era successo e ha allertato i soccorsi. Niente da fare per il papà 69enne, la cui vita lavorativa si è spesa a Carpi, per un’azienda che si occupa di macchine per la lavorazione del legno, il figlio malato invece è stato subito portato all’ospedale di Baggiovara, dove si trova in Rianimazione. Alla base del tentato omicidio e suicidio, secondo gli accertamenti condotti dalla polizia, potrebbe esserci l’aggravarsi delle condizioni di salute della moglie del 69enne, ricoverata in ospedale per una grave malattia. L’uomo, a detta di chi lo conosceva, in passato si era sempre occupato del figlio malato e il tentato omicidio e la decisione di farla finita sarebbero dunque legati ad un momento di profondo sconforto.