Lutto nella Chiesa di Carpi per la morte di don Mario Ganzerla

Don Mario Ganzerla, parroco di Fossa di Concordia sulla Secchia, si è spento nel pomeriggio di martedì 22 novembre all’Ospedale di Carpi, dopo un periodo di permanenza alla Casa del Clero. Oggi, mercoledì 23 novembre, è allestita (ore 15-18) la camera ardente in Seminario. Le esequie saranno presiedute dal Vescovo Erio Castellucci venerdì 25 novembre, alle 9, nella Cattedrale di Carpi.

0
1053

Il Vescovo di Carpi Monsignor Erio Castellucci, il Vicario generale Monsignor Ermenegildo Manicardi, i Presbiteri e i Diaconi della Diocesi, comunicano la morte del sacerdote don Mario Ganzerla.

Don Mario Ganzerla, parroco di Fossa di Concordia sulla Secchia, si è spento nel pomeriggio di martedì 22 novembre all’Ospedale di Carpi, dopo un periodo di permanenza alla Casa del Clero. Nato a Mirandola nel 1934 e battezzato nella parrocchia di Cividale, ricevette l’ordinazione sacerdotale il 28 giugno 1959, per le mani del Vescovo Artemio Prati. Visse le prime esperienze come vicario parrocchiale in San Francesco a Carpi, a Quarantoli, e a San Possidonio. Fu in seguito parroco di Gavello e di Santa Croce. Fu però alla guida prima della parrocchia di San Possidonio, dal 1985 al 2003, e poi di quella di Fossa, dal 2003 ad oggi, che don Ganzerla ha trascorso i periodi più lunghi del suo ministero, svolto fino alla fine. A Fossa, tra le varie attività, ha dedicato una particolare attenzione agli anziani, che visitava regolarmente. Celebrando con questa parrocchia il 50° anniversario di ordinazione, il 28 giugno 2009, ebbe a dire: “Non finirò mai di ringraziare il Signore per la bellezza e la gioia della vocazione e della missione sacerdotale. Chiedo a tutti voi di pregare per me perché io possa essere sempre più fedele a questa vocazione e perché tanti giovani sappiano dire il loro sì alla chiamata di Dio”.

Oggi, mercoledì 23 novembre, è allestita (ore 15-18) la camera ardente in Seminario. Venerdì 25 novembre, dopo le esequie in Cattedrale, intorno alle 10.30, il feretro sosterà in parrocchia a Fossa per una veglia di preghiera, a cui sono stati invitati anche i parrocchiani di San Possidonio. 

A seguire, la salma sarà tumulata nel cimitero di Vallalta di Concordia.