Fiab raccoglie le firme per rendere Carpi una Città30

La sezione carpigiana di Fiab tutti i sabati mattina di novembre torna in piazza per raccogliere le firme per la campagna Carpi30, per una città più vivibile e sicura ispirata e collegata alla campagna Bologna30.

0
1101

La sezione carpigiana di Fiab tutti i sabati mattina di novembre torna in piazza per raccogliere le firme per la campagna Carpi30, per una città più vivibile e sicura ispirata e collegata alla campagna Bologna30. Da giugno 2023 Bologna sarà la prima grande città italiana ad abbassare il limite di velocità in tutta l’area urbana a 30 km/h a eccezione di alcune strade a scorrimento veloce dove il limite sarà 50 km/h. L’obiettivo dell’amministrazione bolognese è morti zero sulle strade. Bologna come Parigi e Berlino, come le città spagnole dopo che la Spagna ha approvato una legge nazionale affinché le aree urbane siano prevalentemente a 30kmh. L’investimento per Bologna Città30 è di 14 milioni di euro: serviranno anche per mettere nuovi cartelli stradali, fare campagne di comunicazione ed educazione stradale, creare nuove aree pedonali nei quartieri e mettere in sicurezza le strade dove è maggiore l’incidentalità con maggiori controlli. 

Carpi come Bologna?

Il banchetto sarà sul rialzato di Piazza Martiri di fronte a Unicredit Banca i sabati del 5, 12, 19, 26 novembre dalle 9 alle 12:30.