70 anni di matrimonio per Carlo e Bruna

Carlo Rossi, classe 1927, e Bruna Scacchetti che è del ‘30 festeggeranno i 70 anni di matrimonio domenica 6 novembre insieme ai figli Silva e Stefano, ai nipoti Simone, Federico, Arianna e Simon, ai pronipoti Emma, Serena, Luca e Emanuela

0
781

Sono arrivati al traguardo dei 70 anni di matrimonio per cui si può dire ben dire che sia una coppia indistruttibile: Carlo Rossi e Bruna Scacchetti si sono sposati il 25 ottobre del 1952 nella chiesa di Rovereto sulla Secchia e oggi vivono ancora felicemente insieme. Qualche acciacco c’è ma considerando gli anni, 94 lui e 92 lei, sono in forma splendida e l’accoglienza nella loro casa è, come sempre, calorosa.

“Ci siamo conosciuti nel 1945 al ballo a Rovereto sulla Secchia, io avevo quindici anni e Carlo appena 18 e lavorava con la sua famiglia di contadini a Campagnola” racconta Bruna. Passano sette anni da fidanzati e poi decidono di sposarsi ma non c’è testimonianza di quel giorno perché non c’era il fotografo e nemmeno costumava fare la luna di miele. Restano a Rovereto in via Chiesa fino a quando l’alluvione del ’59 allaga le campagne e le case dove l’acqua, “non era fango, solo acqua” ricorda Carlo, fuoriuscita dal Secchia, supera il metro. “Non avevamo niente, in ghiven mia di sold. Ci siamo trasferiti a Carpi in via Cimitero Israelitico ma nel tempo libero dal lavoro io e la mia famiglia costruivamo la casa di via Tassoni dove ci siamo trasferiti nel 1966. Io ho sempre lavorato nella mia vita: prima al caseificio di Cortile, poi alla Centrale del Latte di Soliera, poi da Sacchetti come camionista fino a quando io e mia moglie abbiamo deciso di assumere la responsabilità di custodi dell’incubatoio Landini in zona Sigonio dove abbiamo lavorato per undici anni. “Facevamo nascere i pulcini, 100mila alla settimana, quante uova che abbiamo mosso… E’ stato pesante – racconta Bruna – perché ci svegliavamo alle 4.30 per caricare i cestelli nei camion pronti a partire alle 7. La nostra parte l’abbiamo fatta, aiom lavurè dimondi, adesa s’arpunsom un poc”. Dal 1985 sono in pensione ma non sono stati con le mani in mano. Carlo ha ricoperto la carica di Presidente del Circolo Graziosi dal 1985 al 1997 occupandosi anche del trasloco nella sede di via Sigonio. “Viveva più al circolo che a casa” sorride Bruna che non manca mai alla tombola della domenica.

Bruna e Carlo in occasione del cinquantesimo anniversario di matrimonio

Il segreto del loro lungo matrimonio? “Nessun segreto. Siamo sempre stati bene insieme”.

Carlo Rossi, classe 1927, e Bruna Scacchetti che è del ‘30 festeggeranno i 70 anni di matrimonio domenica 6 novembre insieme ai figli Silva e Stefano, ai nipoti Simone, Federico, Arianna e Simon, ai pronipoti Emma, Serena, Luca e Emanuela. Buon anniversario anche dalla redazione di Tempo!

Sara Gelli