Traversa San Giorgio, la Fondazione si dice disponibile a realizzare un sottopasso

Fondazione Cassa di Risparmio ed Amministrazione Comunale sono impegnati nella ricerca di una soluzione, per il superamento in sicurezza di Traversa San Giorgio sia per pedoni che per ciclisti.

0
840

Il tema dell’accessibilità in piena sicurezza al parco della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi a Santa Croce è stato al centro del dialogo, avviato nei giorni scorsi, tra il nuovo presidente dell’ente Ascari e il sindaco Bellelli. Via Traversa San Giorgio, teatro di numerosi incidenti anche mortali, è un asse che deve essere bypassato per garantire a pedoni e ciclisti di giungere incolumi dall’altra parte. La Fondazione, dopo che  Anas ha bocciato l’ipotesi della realizzazione di un attraversamento a chiamata, si è dimostrata disponibile a realizzare un sottopasso all’altezza di via Bassa e Bersana dove, lo ricordiamo, pochi mesi fa ha perso la vita la giovane Alessandra Arletti.

“Dispiaciuti per il nuovo diniego di Anas alla nostra richiesta di realizzazione di un attraversamento pedonale semaforizzato e una riduzione della velocità su quel tratto di strada, non volendo rimanere fermo – spiega il sindaco – ho chiesto al nuovo Presidente della Fondazione Cassa, la disponibilità di verificare un loro interessamento nella realizzazione di un sottopasso per collegare il Parco di Santa Croce con la zona Ovest della città”. Il Presidente della FCRC ing. Mario Ascari ha ricordato “come su questo argomento il nuovo CDA ha espresso la volontà di individuare un modo sicuro per l’attraversamento di Traversa San Giorgio, per questo motivo stiamo pensando a un sottopasso che possa collegare Carpi con il Parco Santa Croce”. L’impegno di entrambi gli enti a questo punto è trovare una soluzione veloce e sicura. Nelle prossime settimane si svolgerà un incontro per individuare modalità e tempistiche per la sua realizzazione.

J.B.