Ferma la condanna dell’Ausl di Modena. Ci sono gli estremi per una denuncia

 Dopo l’opportuna ricostruzione dei fatti le forze dell’ordine potranno procedere d’ufficio. 

0
21742

In merito all’episodio accaduto ieri sera al Pronto Soccorso dell’Ospedale Ramazzini di Carpi, l’Azienda Usl di Modena esprime una “ferma condanna per le aggressioni verbali subite dagli operatori, a cui va la più sentita vicinanza della Direzione aziendale e dell’Assessorato regionale alle Politiche per la Salute per la situazione di difficoltà vissuta nella serata di ieri. I professionisti presenti hanno saputo gestire la complessità della situazione con grande competenza e fermezza, con il supporto determinante delle forze dell’ordine intervenute, garantendo l’assistenza a tutti i pazienti presenti in quel momento”.

Nel corso dell’episodio fortunatamente non si sono verificate aggressioni fisiche (né danni alla struttura), ma l’Azienda ha immediatamente avviato l’iter per la segnalazione dell’intera dinamica dell’episodio alle forze dell’ordine per i seguiti di competenza, riportando le aggressioni subite dagli operatori e l’interruzione di pubblico servizio”.

 Dopo l’opportuna ricostruzione dei fatti le forze dell’ordine potranno procedere d’ufficio.