Il sindaco incontra il Csi rimasto senz’acqua dopo lo sfratto notificato a Omnia

“In tempi rapidi - ha sottolineato il primo cittadino - proveremo a contattare i proprietari delle mura per capire se sussistano le condizioni di una ripartenza e nel frattempo esploreremo insieme a CSI l’eventualità di possibili soluzioni alternative”.

0
562

A causa della notifica di sfratto ricevuta dalla palestra Omnia di via Eraclito, il Csi che lì teneva i propri corsi di nuoto non ha più a disposizione gli spazi necessari per organizzare le sue attività. Davvero una pessima notizia per la negativa ricaduta che comporta sull’attività sportiva di base e per i sei istruttori rimasti senza lavoro da un giorno all’altro.

Oggi il sindaco Alberto Bellelli ha incontrato alcuni rappresentanti del Csi per “esprimere a tutti i lavoratori colpiti da questa chiusura vicinanza e solidarietà. Attendo di capire che atteggiamento si avrà nei confronti dell’utenza della palestra (alcuni hanno rinnovato il loro abbonamento pochi giorni fa). In tempi rapidi proveremo a contattare i proprietari delle mura per capire se sussistano le condizioni di una ripartenza e nel frattempo esploreremo insieme a CSI l’eventualità di possibili soluzioni alternative”.