Tre tigli verranno abbattuti in viale Carducci

Lungo il viale le piante attenzione sono 6: “in tre esemplari - spiega l’assessore al Verde, Andrea Artioli - l’analisi strumentale ha rilevato una risonanza al battito il che indica la presenza di una importante cavità nel tronco e nel colletto e pertanto occorre abbatterli. Altre due piante hanno un apparato radicale poco sviluppato ma confidiamo che dopo l’operazione di desigillazione ne beneficeranno e quindi non le tocchiamo. Un altro tiglio ha un problema al colletto ma abbiamo deciso di tenerlo monitorato e per il momento di non abbatterlo, rivaluteremo la situazione questo inverno”.

0
767

Partono domani le operazioni di abbattimento di tre tigli in via Carducci, uno dei viali alberati più suggestivi della nostra città. Una decisione resasi necessaria dopo l’analisi strumentale effettuata che ne ha decretato la pericolosità.

“Nel 2021 – spiega l’assessore al Verde, Andrea Artioli – è stato eseguito un censimento teso a compiere delle verifiche su circa 4mila alberature, perlopiù alberi ad alto fusto che insistono sui viali cittadini e nei parchi pubblici per certificarne la sicurezza. Da quell’indagine visiva è emersa la necessità di procedere con un’ispezione strumentale su circa 500 esemplari. Fortunatamente solo alcune decine di piante, tra cui alcuni tigli di viale Carducci, sono risultate pericolose e a rischio caduta, per questo le stiamo abbattendo prima dell’autunno per scongiurare incidenti anche legati ai cambiamenti climatici a cui stiamo assistendo sempre più frequentemente, mentre le altre necessitano soltanto di un’accurata manutenzione”.

Lungo il viale le piante attenzione sono 6: “in tre esemplari l’analisi strumentale ha rilevato una risonanza al battito il che indica la presenza di una importante cavità nel tronco e nel colletto e pertanto occorre abbatterli. Altre due piante hanno un apparato radicale poco sviluppato ma confidiamo che dopo l’operazione di desigillazione ne beneficeranno e quindi non le tocchiamo. Un altro tiglio ha un problema al colletto ma abbiamo deciso di tenerlo monitorato e per il momento di non abbatterlo, rivaluteremo la situazione questo inverno”.

Jessica Bianchi