Carmine Iarrobino ‘ultramaratoneta’ sul Gran Sasso

Alla gara hanno partecipato tre carpigiani: Silvia Torricelli (4:26:00) e Giancarlo Peracchia (5:27:00) già noti in città per imprese simili, ma la vera sorpresa è stata Carmine Iarrobino, atleta tesserato con l'Atletica Cibeno. Ha tenuto all'oscuro l'intero gruppo di amici che tutte le mattine alle 6 corre con lui, si è presentato alla partenza e ha chiuso la sua impresa in 5 ore.

0
723

Domenica 31 luglio si è svolta l’11esima edizione della Ultramarathon del Gran Sasso, organizzata dall’ ASD MC Manopello Sogeda con partenza e (alle ore 8.30) arrivo  dalla Piazza del Comune di Santo Stefano di Sessanio (AQ). Tempo massimo 8 ore. Per i partecipanti è stata l’occasione per correre in uno dei luoghi più suggestivi della regione Abruzzo, meta di turisti in estate e in inverno, con passaggio a Campo Imperatore.

Il percorso era formato da un anello di 50km completamente asfaltato, solo alla partenza e in giro per il paese c’erano i sampietrini ed essendo in montagna gli atleti hanno dovuto affrontare un dislivello positivo di 900m.

A questa gara hanno partecipato tre carpigiani: Silvia Torricelli (4:26:00) e Giancarlo Peracchia (5:27:00) già noti in città per imprese simili, ma la vera sorpresa è stata Carmine Iarrobino, atleta tesserato con l’Atletica Cibeno. Ha tenuto all’oscuro l’intero gruppo di amici che tutte le mattine alle 6 corre con lui, si è presentato alla partenza e ha chiuso la sua impresa in 5 ore.

Nino Squatrito