In trattore da Carpi a Torre Pedrera

Partiranno giovedì 21 luglio, alle 20, alla volta della Riviera, in sella a un trattore d’epoca. 225 chilometri da Carpi a Torre Pedrera (e ritorno) per partecipare alla manifestazione trattoristica Festa della trebbiatura e aratura. A compiere l’impresa sono nove ragazzi del Vintage Tractors Club Carpi: Matteo Cremaschi, Alberto Cremaschi, Nellusco Arletti, Marco Viani, Daniele Arletti, Denis Caramaschi, Claudio Lugli, Davide Lugli e Christian Realdon mentre Franco Po farà da supporto ai “fantastici 9” per uno spuntino ristoratore a metà strada.

0
9066

Partiranno giovedì 21 luglio, alle 20, alla volta della Riviera, in sella a un trattore d’epoca. 225 chilometri da Carpi a Torre Pedrera (e ritorno) per partecipare alla manifestazione trattoristica Festa della trebbiatura e aratura. A compiere l’impresa, l’arrivo sul lungomare della cittadina rivierasca è previsto per venerdì 22 luglio intorno alle 12, sono nove ragazzi del Vintage Tractors Club Carpi associato al Moto Club Carpi: Matteo Cremaschi, Alberto CremaschiNellusco Arletti, Marco Viani, Daniele Arletti, Denis Caramaschi, Claudio Lugli, Davide Lugli e Christian Realdon mentre Franco Po farà da supporto ai “fantastici 9” per uno spuntino ristoratore a metà strada.

“Due anni fa – spiega il 35enne Davide Lugli – quando la pandemia aveva paralizzato ogni cosa, avevo lanciato ad alcuni amici l’idea di fare un lungo giro in sella ai nostri trattori d’epoca. Una pazzia che è stata prontamente accolta e così ci siamo messi alla ricerca di qualche bella manifestazione. L’organizzazione della Festa della trebbiatura e aratura ci ha supportati sin da subito aiutandoci con permessi e alberghi e noi non vediamo l’ora di partire”. A unire i soci del Vintage Tractors Club Carpi è la “stessa malattia. Quella per la roba vecchia” ride Davide Lugli, l’unico a lavorare anche nel settore dell’agricoltura. “Tutti noi abbiamo una grande passione per la meccanica e amiamo sporcarci le mani. Io e un altro amico possediamo due   Landini testa calda del 1954 completamente restaurati: partire con dei trattori di quasi settant’anni di vita è una sfida nella sfida”.

Gli audaci carpigiani partiranno ciascuno sul proprio mezzo vintage e, alla velocità media di crociera di 20 chilometri orari (“ma non ce la faremo mai a tenere quella velocità costante”, aggiunge Davide), si metteranno in marcia verso il mare, con tanto di autorizzazione della Polizia stradale alla mano. “Per non disturbare troppo il traffico veicolare e anche per resistere all’ondata di caldo viaggeremo di notte, tredici ore ad andare e tredici a tornare, salvo imprevisti naturalmente”.

Una volta giunto a Torre Pedrera il gruppo parteciperà alla sfilata dei trattori d’epoca prevista nella serata di venerdì 22 sul lungomare mentre sabato 23, dopo la partecipazione a una dimostrazione di trebbiatura e aratura, ripartirà alla volta della Città dei Pio. In bocca al lupo!

Jessica Bianchi