Ztl, Truzzi replica in diretta Facebook e tira dritto

L’argomento è di quelli caldi su cui ci si gioca la campagna elettorale e non sarebbe la prima volta in cui le polemiche suggeriscono un passo indietro

0
1496

Il giorno dopo la passeggiata dei commercianti dal Piazzale delle Piscine a Piazza Martiri l’Assessore Marco Truzzi non ha resistito: ha affidato la replica a una diretta Facebook non preannunciata parlando di “interpretazioni parziali e anche con alcune falsità”. L’iniziativa provocatoria contro la Ztl deve averlo irritato parecchio: rivolto ai manifestanti che hanno impiegato 27 minuti a piedi, Truzzi ha replicato che i quindici minuti dal centro alla tangenziale indicati nella mappa si riferiscono al tragitto attraverso via Paolo Guaitoli e via Molinari.

“Non abbiamo proposto la chiusura in un anno di tutto il centro storico ma una progettualità da qui a cinque anni con una prima proposta che riguarderà solo alcune vie del centro storico e non abbiamo mai detto che per arrivare in centro storico bisogna fare quindici minuti a piedi. Ok?”.

Nella visione di Truzzi, che non a caso è Assessore ai Lavori Pubblici, è la pietra l’elemento di valorizzazione del centro storico: cita il cantiere per l’insediamento del Polo universitario, il cantiere di San Nicolò e quello di Corso Roma per dare le dimensioni di “un centro storico allargato con una serie di investimenti che lo possano valorizzare”. I parchi che diventano i poli da cui partire per attraversare il centro storico ancora non esistono, come l’Oltreferrovia, o non sono stati ancora aperti, come nel caso del Parco della Cappuccina. Anche la pedonalizzazione contribuirebbe alla valorizzazione del centro storico, secondo Truzzi e, di pari passo, cambierebbe il piano della sosta con l’aumento di 100 posti in Nicolò Biondo e la sostituzione dei parcheggi a disco orario sui viali che sarebbero trasformati in parcheggi a pagamento smart con la app per calcolare il tempo della sosta al minuto. Una parte dei parcheggi in Ztl verrà riservata ai residenti che lasceranno liberi i posti auto nella cintura. Infine, “chi vuole risparmiare tempo nei giorni di affollamento può lasciare l’auto al Piazzale delle Piscine e prendere la navetta gratuita per andare in centro storico con cadenza ogni dodici minuti nella migliore delle ipotesi e ogni quindici minuti nella peggiore delle ipotesi”.

Per l’assessore le assemblee sono andate molto bene, l’interlocuzione con le associazioni di categoria prosegue, da più di due anni l’amministrazione dialoga coi residenti. In città i titolari delle attività sono furiosi, gridano “non così, non adesso” anche perché avevano chiesto interventi di attrazione e rivitalizzazione del centro storico prima della sua chiusura; le associazioni di categoria fanno muro contro la Ztl dopo incontri da cui sono uscite disorientate; i residenti temono la desertificazione del centro con tutti i problemi di sicurezza annessi.

Esattamente un mese fa, a precisa domanda, un progetto di estensione della Ztl non sembrava nemmeno esistere, nel corso delle settimane ha preso forme sempre diverse e oggi l’amministrazione comunale sente “l’onere” di presentarne uno. L’argomento è di quelli caldi su cui ci si gioca la campagna elettorale e non sarebbe la prima volta in cui le polemiche suggeriscono un passo indietro. Fu così anche nel 2019. L’Assessore Truzzi sembra convinto e determinato a tirare dritto, ma tocca al Sindaco Alberto Bellelli l’ultima parola.

Sara Gelli