La Corale Giuseppe Savani torna in pista

Il Cortile di San Rocco ospita, dopo una battuta d’arresto di due anni, la tradizionale Rassegna di canto corale giunta alla sua XXXVII edizione e organizzata dalla Corale Giuseppe Savani di Carpi. Sabato 28 maggio, alle 21, saranno ospiti in San Rocco, il Coro Città di Mirandola diretto dal maestro Lucio Carpani e la Corale Novantanove - L’Aquila diretta dal maestro Ettore Maria Del Romano.

0
278

Il Cortile di San Rocco ospita, dopo una battuta d’arresto di due anni, la tradizionale Rassegna di canto corale giunta alla sua XXXVII edizione e organizzata dalla Corale Giuseppe Savani di Carpi. Sabato 28 maggio, alle 21, saranno ospiti in San Rocco, il Coro Città di Mirandola diretto dal maestro Lucio Carpani e la Corale Novantanove – L’Aquila diretta dal maestro Ettore Maria Del Romano: formazioni di grande valore che presenteranno repertori estremamente variegati. L’appuntamento (in caso di maltempo si terrà presso la Chiesa di San Giuseppe Artigiano) rientra anche nel programma La voce della terra, ciclo di concerti organizzato dai Cori della Bassa modenese nel decennale del sisma del 2012.  A occupare la scena e ad aprire la serata del 28 maggio saranno naturalmente i padroni di casa: “canteremo alcuni brani – spiega il presidente della Corale Savani, William Stefani – tra cui alcune composizioni originali del nostro Maestro Giampaolo Violi, per poi lasciare spazio ai nostri graditi ospiti”. 

Una realtà, quella della Corale Savani, che non si è lasciata abbattere dalle difficoltà legate all’irruzione della pandemia: “siamo rimasti fermi a lungo e questo ci aveva scoraggiati ma poi, l’invito della Corale Priamo Gallisay diretta dal maestro Sandro Pisanu a recarci in Sardegna, per esibirci in due concerti, a Buddusò e a Nuoro, ci ha grandemente stimolati rifacendoci trovare la giusta dose di entusiasmo”, sottolinea Stefani. Fondata 47 anni fa da Iolanda Battini e dalla maestra Luisa Cavazzoli, la corale conta ora una cinquantina di componenti ed è sempre a caccia di nuovi talenti. “Finalmente tra le nostre fila sono entrati quattro giovani ventenni – sorride il maestro Violi, direttore del coro dalla metà degli Anni Ottanta – e ne siamo davvero felici. Questi due anni sono stati molto duri e la ripartenza è in salita poiché rimettere in moto la voce non è così scontato. Abbiamo dovuto togliere della ruggine dalle corde vocali ma l’allenamento non ci spaventa e l’esperienza corre in nostro aiuto”, aggiunge Violi, sempre alla ricerca di una nuova chiave di lettura. “Di una fiammella che non avevi visto e che potrebbe rappresentare uno spunto innovativo ed entrare così nel nostro repertorio”. E che la Corale Savani sia davvero “avanti” lo dimostra la sua collaborazione con uno dei più innovativi coreografi italiani: Virgilio Sieni ha infatti scelto ancora una volta il coro di casa nostra per la sua nuova produzione. La Savani sarà a Bentivoglio, nel bolognese, il prossimo 5 giugno, per partecipare allo spettacolo inserito nella kermesse dal sapore decisamente bucolico, Danze Contadine. 

J.B.