Il Lentigione rovina il finale di stagione del Carpi

Biancorossi fuori dalla zona play off proprio all'ultima curva.

0
399

Nelle terre di Don Camillo e Peppone rischia di arrivare l’inciampo fatale per l’Athletic Carpi in ottica play off. Sia chiaro: due mesi fa questi discorsi erano per i folli o per gli amanti dei libri fantasy. Nessun dramma, nel caso non dovesse arrivare la qualificazione alla post season, ma un pizzico di amarezza, quello sì. A Sorbolo il Lentigione non fa sconti e batte il Carpi con un 2-0 che non esemplifica al meglio il dominio e la quantità ingente di palle gol create dai reggiani di mister Serpini. Il tecnico locale sorprende tutti con una difesa a tre – utilizzata pochissimo in stagione – e vince con merito salendo in classifica all’imponente quota 80 punti. Un risultato davvero notevole che tuttavia alimentano il rammarico per non aver conteso al Rimini il primato sino alla 38^giornata. Un gol per tempo, del trequartista Esposito e del difensore Capirano Zagnoni, fanno scivolare i biancorossi fuori dalla zona play off proprio all’ultima curva. 

IL CARPI SI QUALIFICA AI PLAY OFF SE – Un solo risultato a disposizione per provare a continuare a inseguire l’obiettivo di entrare nei play off: la vittoria. Al Cabassi, nella 38^ e ultima giornata di campionato, arriva un Serravezza Pozzi già certo della salvezza diretta e con poco se non nulla da chiedere ancora a questa stagione. Tuttavia potrebbe non bastare: una fra Correggese (impegnata al Borelli contro il Forlì) e il Mezzolara (che ospita il fanalino di coda Tritium) deve contestualmente perdere o, nel secondo caso, non andare oltre il pareggio. Senza più nulla da chiedere al campionato diventa complesso immaginare che i romagnoli possano presentarsi a Correggio armati dalle più feroci intenzioni. Di tutt’altro tipo invece la situazione sull’altra gara sotto la lente d’ingrandimento: per la Tritium non c’è alternativa alla vittoria (sperando che il Sasso Marconi non vinca in casa dell’Alcione Milano) per sperare di evitare la retrocessione diretta e continuare a lottare accedendo ai play out al fotofinish.

I VERDETTI CERTI – Il Rimini, con il pareggio di Sasso Marconi, ha ufficialmente vinto il campionato e centrato la promozione nei professionisti, in Serie C. Un risultato meritato, colto non senza qualche brivido, che garantisce alla compagine romagnola il ritorno nella terza serie a tre anni di distanza dalla retrocessione data 2019-2020. Ravenna e Lentigione sono certe dei play off. Aglianese, Sammaurese, Forlì, Prato, Alcione Milano, Seravezza Pozzi, Fanfulla, Ghiviborgo e Real Forte Querceta sono certe della salvezza diretta con 90′ di anticipo sulla bandiera a scacchi. Finale di campionato thrilling, ma nessun verdetto ancora certo per Progresso, Bangolese, Borgo San Donnino, Sasso Marconi e Tritium: per loro decisivo l’ultima giornata per capire se saranno play out e in quale posizione.  

DERBY CARPIGIANO: VINCE L’UNITED – Le reti di Da Silva, Franco e Stermieri fanno gioire l’United, che difende il secondo posto e la relativa qualificazione ai play off, e fa calare il sipario sulla stagione della Virtus Cibeno. Un derby cittadino, disputato allo Zaccarelli di Cibeno che vede un dominio territoriale da parte dell’unica squadra che aveva qualcosa da chiedere alla gara. I biancoazzurri, con questa vittoria, tengono a distanza il Ravarino, potendolo dunque affrontare con l’ausilio del fattore campo, in gara secca, e con due risultati disponibili per continuare a sognare il salto di categoria. 

Enrico Bonzanini