Concerto per l’Ucraina in Duomo, dove finisce l’arcobaleno

Iniziativa organizzata dal Comitato Musica&Sport per Carpi - In memoria di Enrico Lovascio a sostegno dei rifugiati ucraini sabato 21 maggio, alle 21, con le orchestre Alberto Pio e Scià Scià, Marika Benatti e Giuseppe Bellodi.

0
438
Enrico Lovascio

Si svolgerà sabato 21 maggio, alle 21, in Duomo a Carpi, nell’ambito dei festeggiamenti per il patrono San Bernardino da Siena, il concerto benefico Dove finisce l’arcobalen” a sostegno dell’accoglienza dei rifugiati ucraini, organizzato dal Comitato Musica&Sport per Carpi – In memoria di Enrico Lovascio. L’iniziativa di fundraising a favore dei progetti della Caritas Diocesana, impegnata nell’accoglienza in particolare di ragazzi e bambini ucraini in fuga dalla guerra, si avvale del patrocinio della Città di Carpi e della collaborazione di diversi artisti: l’Orchestra Alberto Pio, composta dagli studenti dell’indirizzo musicale della scuola secondaria di primo grado Alberto Pio di Carpi, accompagnati dai docenti di strumento, Manuela Rossi, Simone Valla, Matteo Ferrari e Mauro Bruschi a cui si unirà l’Orchestra Scià Scià, gruppo musicale nato all’interno della Cooperativa sociale Nazareno di Carpi, formato quasi esclusivamente da persone con disabilità; e ancora la cantante carpigiana Marika Benatti e il cantautore Giuseppe Bellodi.

“Il cuore di questo concerto – spiega Luca Ferrari del Comitato – è la volontà dei ragazzi di esprimere con la musica l’accoglienza e la solidarietà verso altri ragazzi in fuga dalla guerra. Un concerto di ragazzi per i ragazzi. Abbiamo tutti l’impegno, e il Comitato in memoria di Enrico Lovascio in modo particolare, di costruire una società con i giovani e per i giovani. Questo concerto, aperto a tutta la città e rivolto ai giovani in modo particolare, si fa voce delle ragioni del cuore, del desiderio di un futuro di pace e solidarietà”.

L’evento musicale Dove finisce l’arcobaleno prende nome dal titolo di una canzone di Marika Benatti molto nota nella Diocesi di Carpi. Oltre al repertorio di cantautori italiani e stranieri eseguito da Marika Benatti, il concerto verrà aperto dall’esibizione dell’Orchestra Alberto Pio, per la prima volta nella Cattedrale della città, con un repertorio di brani classici cui seguiranno composizioni varie tra cui un brano del giovane musicista Enrico Lovascio, alla cui memoria è dedicato il Comitato Musica&Sport. Chiude la scaletta Giuseppe Bellodi con alcuni suoi brani. Tutti gli artisti si congederanno dal pubblico eseguendo insieme Gam Gam, canto tradizionale ebraico su arrangiamento per orchestra del maestro Ennio Morricone.

Il Comitato Musica&Sport – In memoria di Enrico Lovascio – si è costituito a maggio 2021 dopo la prematura scomparsa del giovane carpigiano e nel suo ricordo promuove iniziative a favore di giovani meritevoli nel campo della musica e dello sport. La sua missione che guarda in modo specifico ai ragazzi si rispecchia appieno nella finalità dell’iniziativa, rivolta all’accoglienza in particolare dei ragazzi e dei bambini ucraini in fuga dalla guerra. L’evento è stato coordinato dal Comitato su richiesta della Diocesi come contributo alla festa di San Bernardino da Siena patrono della Città e della Diocesi di Carpi.