American Universities and Carpi Schools giunge alla sua 20° edizione

Sono arrivati il 7 maggio e si immergeranno nella realtà quotidiana della comunità carpigiana fino al 2 giugno Quest’anno, dopo 20 passati progetti, partecipano 15 studentesse della University of Kansas e della University of Missouri che affiancano insegnanti delle scuole d’infanzia comunali e statali, delle scuole primarie e secondarie del Comprensivo Carpi 2 e Carpi 3, dell’Istituto Sacro Cuore, Meucci e Liceo Fanti.

0
1649

Dopo questo periodo di pandemia che ha costretto l’associazione carpigiana Victoria Language and Culture a sospendere il programma American Universities and Carpi Schools, finalmente gli studenti americani, accompagnati dalla sempre entusiasta Prof.ssa Barbara Bradley, sono tornati in città nell’ambito di questo progetto, che ha il patrocinio del Comune di Carpi ed è stato premiato a livello internazionale. Grazie a American Universities and Carpi Schools universitari americani di Scienze dell’Educazione sono inseriti per un mese nelle scuole e nelle case di famiglie della nostra città.

Sono arrivati il 7 maggio e si immergeranno nella realtà quotidiana della comunità carpigiana fino al 2 giugno Quest’anno, dopo 20 passati progetti, partecipano 15 studentesse della University of Kansas e della University of Missouri che affiancano insegnanti delle scuole d’infanzia comunali e statali, delle scuole primarie e secondarie del Comprensivo Carpi 2 e Carpi 3, dell’Istituto Sacro Cuore, Meucci e Liceo Fanti. Gli studenti americani contraccambiano la calorosa ospitalità che ricevono preparando per le loro classi letture, giochi, canzoni in lingua inglese e tenendo brevi lezioni in lingua in classe, accordandosi con gli insegnanti.

“Ragioneremo insieme a loro su come aiutare bambini, anche delle scuole dell’infanzia, a capire un libro in inglese e spiegare alle tirocinanti americane, che vengono da una didattica completamente diversa, l’immenso valore dei progetti che si portano avanti nelle nostre scuole. Saremo soddisfatti alla loro partenza, il 2 Giugno, quando si abbracceranno con i loro “fratelli e sorelle italiani”, dicendosi arrivederci” commenta Anna Giovannini del Victoria Language and Culture.

Parte fondamentale dell’esperienza è l’accoglienza che gli universitari statunitensi ricevono presso le famiglie di Carpi che, aprendo con naturalezza ed entusiasmo le loro case ed i loro cuori, vivono una significativa esperienza di ospitalità internazionale e di amicizia.

Il programma favorisce la conoscenza del territorio e di ciò che esso offre alle famiglie, tramite la visita della città, dei suoi principali musei e centri di ritrovo. Sono previste anche gite e momenti festosi per le famiglie e le scuole coinvolte in questa esperienza. Ormai tappa fissa per un selezionato gruppo di questi studenti interessati al tema della disabilità è anche la vista del Centro di Terapia Integrata per l’Infanzia La Lucciola, struttura di riabilitazione di eccellenza a livello locale e nazionale.