Il dottor Alessandro Pignatti nominato direttore del Dipartimento delle Attività Chirurgiche

Carpigiano, primario della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione di Area Nord, è in Azienda Usl da 25 anni: costante l’impegno a migliorare lo standard qualitativo del servizio offerto, anche elevando la complessità degli interventi eseguiti ogni giorno.

0
956

Un’altra nomina ai vertici dei Dipartimenti dell’Azienda Usl di Modena dopo quella del dottor Fabio Gilioli a Medicina Interna e Riabilitazione: l’incarico di direttore del Dipartimento delle Attività Chirurgiche è stato affidato al dottor Alessandro Pignatti, primario della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione di Area Nord (Ospedali di Carpi e Mirandola). La nomina formalizza il ruolo che Pignatti ricopriva già in qualità di facente funzione dopo il pensionamento del dottor Elis Sacchi.

Carpigiano, in Azienda Usl da 25 anni, Pignatti ha improntato l’attività all’impegno per migliorare gli standard di qualità dei servizi erogati, sia in Terapia Intensiva che in sala operatoria, anche attraverso formazione continua e specializzazione per elevare la complessità degli interventi eseguiti giornalmente.

“Questo riconoscimento mi sprona a continuare nel percorso avviato, cercando sempre di migliorare – sottolinea Alessandro Pignatti –; una gratificazione professionale per la quale desidero ringraziare la Direzione aziendale per la fiducia che mi è stata accordata. Il Dipartimento è già al lavoro per favorire l’integrazione provinciale delle attività chirurgiche attraverso l’interscambio di competenze e professionisti, cercando come obiettivo prioritario il soddisfacimento dei tempi previsti per le liste d’attesa per quanto riguarda gli interventi chirurgici”.

Il Dipartimento delle Attività Chirurgiche raggruppa tutte le attività chirurgiche generali e specialistiche afferenti all’Azienda USL di Modena, nell’ambito di una proficua collaborazione ed interscambio tra le aree Nord e Sud della provincia modenese, di una condivisione delle piattaforme operatorie, di un consolidamento dei secondi livelli e di una possibile evoluzione delle competenze, sia per accentramento di casistica che per convergenze clinico-professionali. In sintesi, il compito del Dipartimento è definire il ruolo di ciascuna unità operativa nel sistema, basandosi sulle esigenze provinciali adattate alla organizzazione a rete e alla differenziazione delle offerte prestazionali.

Il profilo – Nato a Carpi nel 1963, Alessandro Pignatti si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia nel 1992, specializzandosi nel 1996 a pieni voti in Anestesia Rianimazione, con indirizzo Terapia intensiva. Un anno dopo ha preso servizio presso il reparto di Anestesia e Rianimazione e Terapia Intensiva del Ramazzini, rimanendo per scelta nell’ospedale della sua città di nascita e proseguendo la qualificazione professionale con particolare riguardo all’anestesia e analgesia nella paziente ostetrica. Accanto a ciò, ha approfondito l’aspetto più organizzativo e manageriale della professione medica, attraverso un master in Economia Aziendale conseguito presso il Dipartimento di Economia “Marco Biagi” di UNIMORE e frequentando corsi di formazione in management sanitario all’Università Luigi Bocconi di Milano. Divenuto nel 2014 direttore di Struttura semplice, da luglio 2017 è stato chiamato a dirigere la Struttura Complessa di Anestesia e Rianimazione che gravita sui due ospedali dell’Area Nord, Carpi e Mirandola. È coordinatore locale per il gruppo GIVITI (Gruppo Italiano Valutazione Interventi in Terapia Intensiva) dell’Istituto Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano, che riunisce 480 terapie intensive in tutta Italia per il miglioramento continuo dell’assistenza, e membro della Commissione consultiva e tecnico-scientifica sul percorso nascita della Regione Emilia-Romagna.