Endometriosi una patologia nascosta di cui si parla ancora troppo poco

Ieri 25 marzo, presso lo spazio giovani Mac'è di Carpi, si è tenuto un importante momento di informazione e divulgazione rispetto al tema dell'Endometriosi, patologia spesso severamente invalidante che colpisce più di 3 milioni di donne in Italia.

0
853

Ieri 25 marzo, presso lo spazio giovani Mac’è di Carpi, si è tenuto un importante momento di informazione e divulgazione rispetto al tema dell’Endometriosi, patologia spesso severamente invalidante che colpisce più di 3 milioni di donne in Italia. L’associazione La voce di una è la voce di tutte, organizzatrice dell’incontro, ha aperto la serata presentando tre delle tutor dell’associazione dell’Emilia Romagna focalizzando  l’attenzione sulle attività in corso e su quelli in divenire. L’associazione ringrazia l’assessore Tamara Calzolari per la concreta vicinanza dimostrata, la giornalista Valentina Reggiani, autrice del libro Dentro di me. Endometriosi, storia di dolore e rinascita, il dottor Carlo Alboni, responsabile dell’ambulatorio endometriosi e dolore pelvico cronico dell’Azienda ospedaliera Policlinico di Modena. 

La serata, cui ha partecipato un buon numero di ragazze e ragazzi, ha anticipato la Giornata Mondiale per l’Endometriosi che si celebra, ormai lungo tempo, il 26 Marzo di ogni anno con varie iniziative volte a favorire la consapevolezza della malattia e a sostegno delle tantissime donne afflitte dalla stessa. 

A livello nazionale, è stato organizzato a Roma un Flashmob davanti al Palazzo della salute in piazza Castellani.

A livello locale, grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Carpi, questa sera, 26 Marzo, sarà illuminato di giallo il pronao del Teatro Comunale in Piazza Martiri. Un gesto semplice e simbolico, utile a rafforzare il sentimento di vicinanza alle donne afflitte dalla malattia e, si spera, a promuovere  la consapevolezza e la prevenzione della stessa.