Circa sette tonnellate di aiuti per l’Ucraina in partenza da Carpi

Una ventina i bancali caricati da volontari della Protezione civile, in gran parte di generi alimentari (circa 5.870 kg.), poi 400 chili di beni per neonati (latte in polvere, pannolini, omogeneizzati), 350 di prodotti per l’igiene personale, 170 kg di pannolini per adulti.

0
491

Circa sette tonnellate di aiuti, “stoccate” nella sede di Carpi Fashion System, sono pronte a partire per l’Ucraina: per la precisione 6.890 chilogrammi, raccolti nei comuni dell’Unione Terre d’Argine e caricati oggi su un camion organizzato in collaborazione con l’Ong ferrarese IBO Italia.

Una ventina i bancali caricati da volontari della Protezione civile, in gran parte di generi alimentari (circa 5.870 kg.), poi 400 chili di beni per neonati (latte in polvere, pannolini, omogeneizzati), 350 di prodotti per l’igiene personale, 170 kg di pannolini per adulti.

Oltre a quanto raccolto nei quattro comuni, sull’autoarticolato sono stati caricati quasi altrettanti bancali di materiale raccolto dall’emporio solidale “Portobello” di Modena: domani il camion partirà per Chernivtsi, città nel sud dell’Ucraina, dove da anni “IBO Italia”, è impegnata in progetti di volontariato, soprattutto a favori di bambini con disabilità.

“Voglio ringraziare i tanti cittadini del distretto che hanno donato moltissimo materiale utile sia per l’invio in Ucraina, sia per la distribuzione ai profughi che sono arrivati nel nostro territorio – già 111, dei quali 90 a Carpi. Il mio più sentito ringraziamento anche ai tanti volontari coordinati dalla Protezione Civile che in questi giorni ci stanno aiutando a smistare e gestire il materiale donato, senza i quali non sarebbe possibile tutto questo”, ha commentato Tamara Calzolari, Assessore al Sociale del Comune di Carpi.