Indagini emotive – Filo di Donna con l’arte di Casa Tomada

L'associazione culturale Casa Tomada riparte dalla Giornata Internazionale della Donna con progetti, eventi e mostre che mettono in circolo l'energia e le risorse dell'universo femminile attraverso diverse forme di espressione artistica. Venerdì 4 marzo dalle 18:30 verrà inaugurata, nella sede di via G. Matteotti n° 56 una mostra sul tema della donna con cinque artiste locali che riempiranno con le loro opere le pareti della nostra associazione fino a domenica 13 marzo.

0
363

Casa Tomada, l’associazione culturale creata nel 2020 da un gruppo di giovani artiste con sede in via G. Matteotti n° 56, è sempre in movimento e anche i suoi format si trasformano. In occasione della Giornata Internazionale della Donna, ripartano le iniziative in presenza con un variegato calendario di appuntamenti.                                         

“Per cominciare – ha spiegato la vicepresidente di Casa Tomada Tsehay Casarini – torna Indagini emotive- filo di Donna, due dei nostri progetti storici uniti in occasione della Festa della donna.  L’anno scorso per l’8 marzo siamo state costrette a fermarci a causa della pandemia. Quest’anno abbiamo voglia di riprendere ciò che avevamo lasciato e dargli nuova vita attraverso una serie di eventi che contraddistingueranno il periodo della celebrazione della donna”. Tutte le iniziative sono create e realizzate dalle socie di Casa Tomada: Monica Marani, Matilde Branà, Tsehay Casarini e Maddalena Notardonato. Venerdì 4 Marzo dalle 18:30 verrà inaugurata, nella sede di Casa Tomada una mostra sul tema della donna con cinque artiste locali che riempiranno con le loro opere le pareti della nostra associazione fino a domenica 13 marzo.

Chi saranno le vostre artiste?

“Martina Nenna, illustratrice freelance di Reggio Emilia classe ’96; Alice Vacondio artista di Reggio Emilia classe ’96; Eugenia Notardonato, graphic designer di Carpi classe ’84; Silvia Franchini, in arte Cenereinbocca, illustratrice e incisora di Modena classe ’96; Beatrice Granvillano, in arte Occhiodipesce, artista di Novellara classe ’95”. Giovedì 10 marzo Casa Tomada, in collaborazione con l’associazione Vivere Donna, organizzerà un laboratorio aperto al pubblico con la presenza di una professionista specializzata in arte terapia Chiara Beschin che porterà un progetto in tema con l’8 marzo. Dalle ore 18:00 si potrà partecipare al laboratorio aperto al pubblico nella sede dell’associazione Casa Tomada in via G. Matteotti n°56.

In cosa consiste il laboratorio di Chiara Beschin?

“Chiara è un’arte-terapeuta e formatrice del metodo Caviardage creato e diffuso in Italia da Tina Festa e sarà proprio questa tecnica ad essere protagonista dell’attività. Il Caviardage racchiude diverse tecniche di scrittura creativa che aiutano a scrivere poesie e pensieri non partendo da una pagina bianca ma da testi già scritti (pagine strappate, articoli di giornale, riviste). La tecnica di base si contamina con diversi processi artistici come la tessitura e il collage (nel nostro caso) per dare vita a poesie visive. Il metodo può essere utilizzato da ognuno dei partecipanti per una riscoperta di sé stessi attraverso una nuova e coinvolgente modalità espressiva. Le opere create da ognuno dei partecipanti verranno poi appese vicino alle opere delle artiste in esposizione e saranno visibili fino al giorno di chiusura della mostra domenica 13 Marzo.

Per la giornata di chiusura della rassegna del 13 marzo cosa avete organizzato?

“Abbiamo organizzato il Reading & Live Painting a partire dalle ore 18:30 presso lo Spazio giovani Mac’è, in Via E. De Amicis n° 59. Si tratta di un Reading di racconti e storie di vita in collaborazione con le associazioni UDI carpi, Vivere Donna, sottovoce, acat e libera carpi. I temi si muoveranno attraverso una prospettiva di rinascita, positività, resistenza e collaborazione con la presenza di momenti di performance, ovvero, un Live Painting che verrà realizzato dalle artiste in esposizione a Casa Tomada. Il tutto avverrà in concomitanza con le letture. Per prenotarsi agli eventi chiamare il numero: 3356580039 (Monica) o scrivere un’email all’indirizzo: ass.culturalecasatomada@gmail.com Per tutti gli eventi ricordiamo l’obbligo del super green-pass e della mascherina FFP2”.

Chiara Sorrentino