Vivere il centro storico senza rischi, a Carpi arrivano gli street tutor

Il progetto è finalizzato a un intervento sperimentale di prevenzione integrata volto al miglioramento della vivibilità e sicurezza del centro storico, con particolare attenzione all’area comprendente Piazza Garibaldi, via San Francesco, via Aldrovandi, via Sbrillanci, via Meloni, via Carducci, corso Alberto Pio, corso Roma e Piazza Martiri.

0
1685

Street tutor impegnati a prevenire rischi e a mediare conflitti. Riqualificazione di aree specifiche, potenziamento della videosorveglianza, installazione di punti luce, con l’affiancamento puntuale di attività di educazione, animazione, sensibilizzazione, rivolte soprattutto ai più giovani. Sono 31 gli Accordi di programma sottoscritti nel corso del 2021 dalla Regione Emilia Romagna con i territori per la sicurezza urbana, la prevenzione della criminalità e del disordine urbano. Nel modenese i progetti finanziati dalla Regione sono 6, con un intervento regionale di 573.000 euro e tra questi vi è anche Carpi come già annunciato lo scorso dicembre.

Il progetto è finalizzato a un intervento sperimentale di prevenzione integrata volto al miglioramento della vivibilità e sicurezza del centro storico, con particolare attenzione all’area comprendente Piazza Garibaldi, via San Francesco, via Aldrovandi, via Sbrillanci, via Meloni, via Carducci, corso Alberto Pio, corso Roma e Piazza Martiri. In particolare, è programmata la sperimentazione, in accordo con la Prefettura di Modena, della figura degli Street Tutor, in un’azione di mediazione sociale e prevenzione dei rischi nelle aree e negli spazi pubblici adiacenti ai pubblici esercizi nello specifico contesto dell’attività di prevenzione dell’epidemia Covid-19. Il progetto prevede il contestuale sviluppo di una strategia di presidio degli spazi pubblici nel centro storico attraverso un intervento di manutenzione e incremento del locale sistema di videosorveglianza. Tale attività di presidio tecnologico del territorio sarà accompagnata dal potenziamento del controllo da parte del personale di polizia locale, mediante l’acquisto di un’autovettura di servizio. Infine, verrà rinnovata la dotazione delle radio attualmente in uso al comando di polizia locale anche al fine di facilitare e migliorare le comunicazioni tra gli operatori impegnati nei servizi in supporto alle attività degli Street Tutor e la centrale operativa. 

Il costo totale del progetto è di 115mila euro e la Regione assicura un contributo di 92.000 euro.