Skipper Darts, la squadra di freccette è campione provinciale

Al capitano Vincenzo Di Caro (Dica) è affidato il compito di scegliere la formazione da schierare, in cui non può mancare il Messi delle freccette, Enrico Vallese (Diamante), il fuoriclasse della Skipper Darts. Oltre a loro compongono la squadra: Elisa Lorusso (Elli), Stefania Sanson (Stefi), Michael Sassi (Il Veran), Gianluca Riggi (Ringhio), Michele De Simone (Miki), Giuseppe De Noia (Denno), Alessandro Cannavacciuolo (Canna).

0
1122

La squadra carpigiana Skipper Darts si è laureata campione d’inverno conquistando il primo posto della classifica nella finale del campionato provinciale di freccette Serie C Fidart a Manzolino. Tanta la soddisfazione per i nove atleti tesserati ASD Nuova Modena Darts che, dopo mesi di allenamenti allo Zazza Bar di Migliarina dove ci sono due macchinette, erano riusciti a piazzarsi in testa al girone garantendosi l’accesso alla finale.

“La nostra squadra ha affrontato il suo primo campionato nel 2019 ma siamo amici da una vita, la nostra è una famiglia” raccontano. In questo sport non sono determinanti l’età, il genere, la prestanza o l’abbigliamento e per questo è sempre più popolare. Bastano allenamento e tanta concentrazione perché le freccette sono prima di tutto un gioco mentale in cui la gestione dello stress è fondamentale.

Ogni squadra si presenta con quattro giocatori che competono singolarmente contro il loro avversario cercando di portare a casa il set: ogni giocatore ha tre freccette e l’obiettivo di arrivare da 501 a zero per primo. Vince chi centra l’obiettivo col minor numero di tiri.

Al capitano Vincenzo Di Caro (Dica) è affidato il compito di scegliere la formazione da schierare, in cui non può mancare il Messi delle freccette, Enrico Vallese (Diamante), il fuoriclasse della Skipper Darts. Oltre a loro compongono la squadra: Elisa Lorusso (Elli), Stefania Sanson (Stefi), Michael Sassi (Il Veran), Gianluca Riggi (Ringhio), Michele De Simone (Miki), Giuseppe De Noia (Denno), Alessandro Cannavacciuolo (Canna). Presidente e skipper Zazza. È vero che questo sport prevede concentrazione e allenamento, ma nulla vieta una sana sfida tra risate e qualcosa da bere. Provare per credere.

Sara Gelli