I doni natalizi “sgraditi” sono stati consegnati a Recuperandia per trovare così nuova vita

In queste vacanze natalizie, i Giovani Democratici delle Terre d’Argine hanno dato vita a un progetto nuovo, in grado, spiegano, “di far riflettere sulla povertà, sul consumismo e sul nostro impatto ambientale. Lo abbiamo fatto raccogliendo i regali che non sono stati graditi e che rischiavano di fare una fine diversa da quella prevista. Adesso sono nelle mani di chi ne ha veramente bisogno”.

0
719

In queste vacanze natalizie, i Giovani Democratici delle Terre d’Argine hanno dato vita a un progetto nuovo, in grado, spiegano, “di far riflettere sulla povertà, sul consumismo e sul nostro impatto ambientale. Lo abbiamo fatto raccogliendo i regali che non sono stati graditi e che rischiavano di fare una fine diversa da quella prevista. Adesso sono nelle mani di chi ne ha veramente bisogno”.

Sabato infatti, una rappresentanza dei Giovani Democratici delle Terre d’Argine ha portato i doni a Recuperandia,  il grande magazzino di Porta Aperta in via Montecassino 10/h e che si occupa appunto di dare nuova vita a ciò che altrimenti non avrebbe futuro.