Angelo Giovannini, l’ex responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Carpi, si dimette da sindaco di Bomporto

Angelo Giovannini, l’ex responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Carpi, nonché sindaco di Bomporto dal 2019 ha rassegnato questa mattina le sue dimissioni. Ad annunciarlo è lo stesso Giovannini sulla sua pagina Facebook: “motivi personali e di salute non mi lasciano scelta e devo accettare, io per primo, che dentro e fuori di me non trovo più le condizioni per mantenere un ruolo così impegnativo e una così alta responsabilità verso la comunità”.

0
806

Angelo Giovannini, l’ex responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Carpi, nonché sindaco di Bomporto dal 2019 ha rassegnato questa mattina le sue dimissioni. Ad annunciarlo è lo stesso Giovannini sulla sua pagina Facebook. 

Con amarezza e sincero dispiacere devo annunciarvi che nei primi giorni di febbraio si concluderà il mio incarico protempore da Sindaco in quanto ho rassegnato stamattina le mie dimissioni. Da oggi la Legge prevede 20 giorni di tempo tecnico al termine del quale il Prefetto scioglierà il Consiglio comunale e invierà un funzionario in qualità di commissario  fino alla prossima tornata elettorale. Non si tratta di un impeto di rabbia ma di una decisione, sofferta, a lungo e profondamente meditata; motivi personali e di salute non mi lasciano scelta e devo accettare, io per primo, che dentro e fuori di me non trovo più le condizioni per mantenere un ruolo così impegnativo e una così alta responsabilità verso la comunità. Non voglio cadere anch’io nel gioco di ruolo dove conta più il personaggio che si interpreta della persona. C’è chi si dispiacerà e chi esulterà, per i soliti motivi ideologici oppure per motivi personali legati a dei no ricevuti, che ho dovuto dare nel rispetto delle leggi.

Io ci ho provato, ritengo di aver dato alla mia comunità due anni e mezzo di risultati e fatti concreti che non sto qui ad elencare, ma ora mi arrendo, alzo la mia personale bandiera bianca e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone. Per me non è così. Che si accomodino.. e ci provino loro. Ringrazio i tanti cittadini che con benevolenza in questi anni hanno compreso il mio impegno e la mia buonafede e mi hanno costantemente ringraziato e sostenuto. Ringrazio le forze politiche che hanno dato vita alla mia lista e sostenuto la mia candidatura. Ringrazio le dipendenti e i dipendenti comunali che hanno cercato di aiutarmi a risolvere i problemi della gente e a fare un buon servizio alla comunità.

Buona vita a tutti, Angelo”.