Fuga di gas metano, evacuate 80 famiglie a Scandiano

Sul posto anche i tecnici di Iren-Ireti che stanno cercando di riparare il danno che sarebbe stato causato da lavori in corso per il cablaggio della rete fibra ottica da parte di un'altra ditta. 64 le famiglie sfollate che hanno passato la notte fuori casa. Dall’evacuazione e per tutta la notte i Carabinieri di Scandiano e la Polizia locale hanno attivato un servizio antisciacallaggio.

0
410

Una fuga di gas metano si è verificata ieri pomeriggio intorno alle 14,30 tra le vie Palazzina e Beuccia a Scandiano, dove sono state evacuate 80 famiglie, circa 200 persone. Sul posto sono arrivati immediatamente i vigili del fuoco per mettere in sicurezza la zona e le forze dell’ordine. È stata tracciata una ‘zona rossa’ che comprende 14 fabbricati interessati dalle infiltrazioni metano potenzialmente pericolose. Sul posto anche i tecnici di Iren-Ireti che stanno cercando di riparare il danno che sarebbe stato causato da lavori in corso per il cablaggio della rete fibra ottica da parte di un’altra ditta.

80 le famiglie sfollate che hanno passato la notte fuori casa: alcune ospitate presso familiari, in parte collocate presso strutture ricettive opportunamente individuate da parte della protezione civile e dell’amministrazione comunale. L’area interessata è stata cinturata da parte dei carabinieri di Scandiano e della Polizia Municipale dell’Unione Tresinaro Secchia che dal momento dell’evacuazione hanno attuato uno specifico servizio di prevenzione e vigilanza antisciacallaggio al fine di evitare furti nelle case lasciate incustodite. Servizio proseguito per tutta la notte da parte dei carabinieri e della Polizia Municipale e che da questa mattina vede anche l’ausilio della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza di Reggio Emilia.