Il degrado corre in centro storico, è ora di dire basta!

Sul degrado che sta avanzando in centro storico interviene l’associazione dei commercianti Carpi C’è. “Non sarebbe il momento di usare una linea dura con chi mette a repentaglio il quieto vivere, il lavoro, le persone civili che rispettano la comunità e le regole nonché salvaguardare le vie le piazze e i monumenti della nostra città?”.

0
2490
Corso Fanti, spesso teatro di risse

Sul degrado che sta avanzando in centro storico interviene l’associazione dei commercianti Carpi C’è.

“Un tabaccaio malmenato, baby gang che scorrazzano liberamente vandalizzando e distruggendo il bene comune, personaggi che imbrattano, sporcano disturbando la quiete pubblica, bar che in barba alle regole si trasformano in discoteche, risse, abbandoni di immondizia, gente che si ubriaca e si mena o peggio aggredisce verbalmente e non solo le donne che si trovano sulla loro strada, persone che mettono a repentaglio l’ordine pubblico e il quieto vivere di cittadini  e attività; e quello che è peggio è che sono sempre i soliti noti conosciuti dalle forze dell’ordine.

Questa è la situazione data dalle cronache degli ultimi tempi.

Crediamo che sia venuto il momento di agire per arginare un fenomeno che, al momento, pare incontenibile.

Non ci sono presidi, il controllo di vicinato è un fallimento, non ci sono controlli da parte delle autorità preposte, ci sarebbero le regole ma non c’è nessuno che le fa rispettare elargendo multe o sanzioni anche di carattere disciplinare.

Spesso si tutela di più il malfattore rispetto alla vittima, chi compie atti criminali resta impunito.

Non sarebbe il momento di usare una linea dura con chi mette a repentaglio il quieto vivere, il lavoro, le persone civili che rispettano la comunità e le regole nonché salvaguardare le vie le piazze e i monumenti della nostra città?

Chiediamo all’Amministrazione risposte rapide ed efficaci, di non sottovalutare tutti i segnali di uno sbando pericoloso per il bene della comunità e della città.

Chiediamo di essere tutelati come cittadini e come lavoratori e lavoratrici del centro storico, vogliamo vedere segnali tangibili di presenza sul territorio di personale addetto alla sicurezza che faccia rispettare le regole e sanzioni chi non le rispetta.

Vogliamo vivere la nostra città e il nostro centro storico in serenità gustandoci il bello che può dare e non con la paura per noi o per i più deboli di fare una semplice passeggiata sotto i portici.

Ci aspettiamo che facciate qualcosa come Amministrazione che facciate un primo passo, saremo sempre disponibili a collaborare per una maggiore sicurezza e per una città migliore e più bella”.