Scatole di Natale, l’umanità che fa bene a chi dona e non solo a chi riceve

C'è tempo fino al 15 dicembre per aderire all'iniziativa Scatole di Natale: la raccolta solidale di regali di Natale da donare a chi ne ha più bisogno organizzata a Carpi da Rosa Scarano.

0
1398

Un oggetto che riscaldi (magari una sciarpa, un paio di guanti o una coperta), uno che faccia compagnia (ad esempio un libro o, perché no, qualche matita colorata per i bambini), un prodotto per la cura di sé (come un sapone o una crema) e una piccola golosità: ecco come si può rendere un po’ speciale il Natale di chi non è abituato a ricevere doni, perché vive la solitudine, la fragilità, la marginalità. 

Grazie all’impegno di Rosa Scarano, di origini tarantine ma carpigiana d’adozione da oltre vent’anni, Carpi è una delle città italiane in cui fiorisce l’iniziativa Scatole di Natale, un’idea concreta per stare accanto a singoli e famiglie in difficoltà che vivono nella zona. Fino al 15 dicembre i cittadini potranno confezionare dei pacchi regalo e portarli in vari punti di raccolta sul territorio: Esteticamente in via S. Pellico n°29, Alchimia Parrucchiera in via Don A. Benatti n°2, Scuola d’Infanzia A. e U. Bassi a Budrione di Migliarina, The Sisters Abbigliamento in via Remesina Int. n°149, Dream Salon Parrucchieri in via Cuneo n°5, Il Delfino pizza d’asporto in via D. Sturzo n°36/38, Bar Caffè Macao in via Alghisi n°13/B, Movi…Menti Acconciature in via Del Pioppo n°2 a San Marino di Carpi, Millennium Look Parrucchieri in via Remesina Int. n°26, Scuola Infanzia Paritaria e Nido Mamma Nina a Fossoli di Carpi, La Tua Immagine centro estetico in via Tintoretto n°37, a Fiori & Co. in via I° Maggio n°30 a Cavezzo, e presso due privati a San Possidonio e Correggio. Da lì, con il coinvolgimento di istituzioni e realtà del volontariato, i doni saranno portati a chi ne ha più bisogno. A Carpi: Ass. Il Pane e le Rose, Famiglia di Cortile, Mamma con figlio, Croce Rossa, Corpus Domini, Agape di Mamma Nina, Casa della Divina Provvidenza, Parrocchia di San Bernardino, Parrocchia Quartirolo, Ass. Quinta Zona, Porta Aperta Caritas. Inoltre, i doni saranno destinati anche a Caritas di Massa Finalese, Caritas di Finale Emilia, Caritas di Medolla, Caritas di San Prospero, Caritas di Camposanto.

“Questa è la seconda edizione dell’iniziativa – ha spiegato Rosa Scarano – l’anno scorso abbiamo raccolto 1200 scatole. Sarebbe bel lo per questo Natale raccoglierne ancora di più”. Alla base c’è un’idea semplice quanto preziosa: un dono è tanto più gradito quanto più è pensato, cercato, fatto con cura. Da qui l’invito a rendere speciale la scatola, come se fosse preparata per un amico o un familiare, anche se andrà a una persona che non si conosce. Oltre ad oggetti semplici ma capaci di “coccolare” un po’ il Natale di chi vive solo e senza punti di riferimento, i partecipanti sono invitati a lasciare una traccia di sé, benché in forma anonima: un biglietto con una frase gentile e, quando possibile, un disegno fatto dai bimbi. Piccoli segni di umanità e calore, che fanno bene a chi li porge, come a chi li riceve. Per saperne di più, rinviamo alla pagina Facebook dell’iniziativa relativa a Carpi: www.facebook.com/scatoledinatalecarpi

Chiara Sorrentino