In Centro chiusura anticipata dei piccoli negozi di vicinato del settore alimentare e misto

Da sabato 11 dicembre dovranno chiudere alle 21 gli esercizi di vicinato del settore alimentare e misto in centro storico: il Sindaco ha firmato oggi un’ordinanza, valida fino al 31 dicembre compreso, per contenere il fenomeno del consumo serale di bevande davanti a questi negozi, e conseguente assembramento di persone con la mascherina abbassata.

0
1457

Da sabato 11 dicembre dovranno chiudere alle 21 gli esercizi di vicinato del settore alimentare e misto in centro storico: il Sindaco ha firmato oggi un’ordinanza, valida fino al 31 dicembre compreso, per contenere il fenomeno del consumo serale di bevande davanti a questi negozi, e conseguente assembramento di persone con la mascherina abbassata.

Il provvedimento riguarda sia i piccoli esercizi di generi alimentari e misti, sia quelli che hanno come unica modalità la vendita tramite distributori automatici in quanto luoghi di potenziale assembramento non vigilato. 

La chiusura sarà dalle 9 di sera alle 5 dell’indomani, tutti i giorni della settimana, nell’area delimitata da questo perimetro stradale: vie De Amicis, Galilei, Fassi, Catellani, piazzale Ramazzini, Garagnani, Carducci e Petrarca.

L’ordinanza si integra con quella della settimana scorsa sull’obbligo della mascherina all’aperto in Centro, e richiama il Regolamento di Polizia Urbana laddove prevede il divieto di consumare bevande alcooliche di qualsiasi gradazione, per le vie del Centro, nei parchi e nelle aree verdi, fra le 20 e le 6 del giorno seguente.

Non rispettare l’ordinanza comporta una sanzione pecuniaria da 400 a 1.000 euro, e la sanzione accessoria, in capo al Prefetto, della chiusura dell’esercizio da cinque a 30 giorni.