Scuole medie Fassi: cantiere fermo al palo

Approfittando dell’estate i lavori sarebbero dovuti entrare nel vivo e quindi si è provveduto a traslocare tutto ciò che era all’interno delle scuole medie Fassi alle elementari Da Vinci. Fatica e risorse sprecate perché, dopo il trasloco, i lavori non sono più ripresi.

0
563

Il cantiere occupa ancora una porzione del cortile esterno delle scuole medie Fassi perché i lavori di miglioramento sismico, iniziati più di un anno fa, sono stati sospesi e non si sa quando verranno terminati.

Erano iniziati più di un anno fa, nel mese di settembre 2020, dopo che tra bandi, determine e delibere era stato approvato il progetto esecutivo nel 2018 per un impegno complessivo di spesa di 820mila euro e assegnati i lavori nel giugno 2020 quando il Comune di Carpi aveva predisposto il cronoprogramma in modo che i lavori all’interno terminassero prima dell’inizio dell’anno scolastico ma si era verificata “una complicazione” ed era stato necessario provvedere al consolidamento sui pilastri, motivo per cui il cantiere all’interno aveva dovuto convivere con le lezioni con non pochi disagi per la scuola. Al punto che si era arrivati a un compromesso: lezioni al mattino e cantiere al pomeriggio. Quando a marzo dello scorso anno è arrivata la Dad in conseguenza della situazione epidemiologica invece di accelerare coi lavori approfittando dell’assenza degli alunni, si è fermato il cantiere che è ripreso nel momento in cui si rientrava in presenza con inevitabile disappunto da parte di studenti, famiglie e docenti.

Così si è andati avanti fino a giugno: approfittando dell’estate i lavori sarebbero dovuti entrare nel vivo procedendo a ritmi sostenuti e quindi si è provveduto, al termine dell’anno scolastico, a traslocare tutto ciò che era all’interno delle scuole medie Fassi trasferendolo alle elementari Da Vinci. L’intera segreteria con tutti i computer ha cambiato sede, i docenti hanno inscatolato tutti i libri delle biblioteche di classe, la vetreria e tutti gli strumenti dei laboratori, l’intero archivio con le pagelle degli studenti della scuola, le LIM sono state smontate. Si è scelto di non traslocare la biblioteca della scuola solo perché i volumi erano stati danneggiati dopo che i locali erano stati concessi al cantiere come magazzino.

Fatica e risorse sprecate perché, dopo il trasloco, i lavori non sono più ripresi alle scuole medie Fassi: tutto fermo durante i mesi estivi e, a settembre, altrettanta fatica e risorse sono state impiegate per rifare il trasloco dalle Da Vinci alle Fassi.

Per la presenza del cantiere, pur inattivo, gli alunni non possono scendere in cortile durante l’intervallo per il secondo anno consecutivo.

Sara Gelli