Fino a 600 euro di contributo per telecamere, antifurto, inferriate e serramenti

Chi vuole chiedere un contributo economico per la sicurezza domestica ha ancora tempo: è stato infatti prorogato al 20 novembre il termine per presentare la domanda, legata all’installazione nella propria casa di sistemi di antifurto o impianti di allarme, videosorveglianza, inferriate, serrande, cancelli e porte blindate.

0
1560

Chi vuole chiedere un contributo economico per la sicurezza domestica ha ancora tempo: è stato infatti prorogato al 20 novembre il termine per presentare la domanda, legata all’installazione nella propria casa di sistemi di antifurto o impianti di allarme, videosorveglianza, inferriate, serrande, cancelli e porte blindate.

Ci sono a disposizione 150.000 euro, stanziati dall’Unione Terre d’Argine, e il contributo individuale può coprire fino al 50% di quanto speso (Iva compresa), sino ad un massimo di 600 euro per la singola abitazione e 1000 euro per le parti comuni dei condomìni.

Possono infatti presentare domanda sia proprietari o affittuari di abitazioni private, sia condòmini (limitatamente a interventi sulle parti comuni), per edifici situati in un Comune dell’Unione.

Gli interventi finanziabili devono essere stati realizzati fra il 1° novembre 2020 e il 31 ottobre 2021: In base all’ordine cronologico di presentazione delle domande, verrà predisposta una graduatoria a seguito della quale l’Unione provvederà a erogare i contributi, fino ad esaurimento dei fondi.

Bando integrale e modulistica sono scaricabili sul sito dell’Unione, e disponibili presso gli uffici della Polizia Locale di Carpi, Campogalliano, Novi e Soliera. Le domande si possono presentare on-line o via e-mail o anche in formato cartaceo all’ufficio protocollo del proprio Comune.