Oggi riapre l’Ostello della Rocchetta a Correggio

Inaugurato come Ostello nel 1999, la struttura è stata gestita da Claudio Bertolini fino allo scorso anno. A luglio 2021 il nuovo bando per l’affidamento fino al 2027 della concessione d’uso e locazione commerciale dell’immobile. Roberto De Feo e Stefano Ligabue sono i nuovi gestori della struttura ricettiva che riapre così i battenti dopo i recenti lavori di riqualificazione.

0
644

Oggi, sabato 16 ottobre, in occasione di “Correggio in Autunno”, la tradizionale fiera di San Luca a Correggio, alle 12 inaugurazione per la riapertura dell’Ostello, con la nuova gestione. Dopo il taglio del nastro, i saluti del sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, e di Roberto De Feo e Stefano Ligabue, i nuovi gestori della struttura ricettiva, che riapre così i battenti, dopo i recenti lavori di riqualificazione.
L’attuale configurazione della Rocchetta, in corso Cavour, risale al 1887, quando la realizzazione della linea ferroviaria e della stazione portò alla demolizione di buona parte dell’edificio originario, voluto, nel 1372, da Guido VII da Correggio. Con la realizzazione della facciata, di chiara matrice neoclassica, si volle restituire all’edificio dignità architettonica e funzionale: inizialmente divenne sede della Caserma dei Reali Carabinieri e successivamente carcere mandamentale, con alloggiamento della guardia carceraria e custode, funzione svolta fino ai primi del secolo scorso.
Inaugurato come Ostello nel 1999, la struttura è stata gestita da Claudio Bertolini fino allo scorso anno. A luglio 2021 il nuovo bando per l’affidamento fino al 2027 della concessione d’uso e locazione commerciale dell’immobile, comprendente, oltre all’Ostello, anche i locali del pub “La Galera”, nel bellissimo interrato dello stesso edificio, aggiudicatosi da De Feo e Ligabue.
Nel frattempo, il Comune di Correggio è intervenuto con lavori di riqualificazione – investendo una cifra di poco superiore ai 50mila euro – che hanno riguardato la verifica degli impianti elettrici e degli impianti termoidraulici, l’installazione delle valvole termostatiche e dell’addolcitore, la pulizia delle grondaie e dei pluviali, il ripristino degli scuri e il recupero del pavimento in doghe di legno, il tinteggio di tutti gli ambienti interni e il ripristino degli intonaci del cortile interno.

“Grazie al lavoro e alla professionalità di Claudio Bertolini, in questi anni il nostro Ostello è diventato un punto di riferimento per molti di coloro che sono transitati dalla nostra città per lavoro, per turismo o per semplice svago”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi.