La situazione sulla linea ferroviaria Modena-Carpi-Mantova è grave

A scrivere è un pendolare dopo una settimana di disservizi quotidiani, "a cui si aggiunge la beffa di questa mattina"

0
1673

“La situazione sulla linea Modena-Carpi-Mantova è grave e come se non bastasse noi pendolari ci sentiamo presi in giro da Trenitalia. Questa settimana, TUTTI I GIORNI,  si sono susseguiti una serie di ritardi e soppressioni di treni all’ultimo momento, senza preavvisi o senza una minima comunicazione ai viaggiatori.

A ciò si aggiunge la beffa di questa mattina: mi trovavo come di consueto sul famigerato treno regionale n. 22456 che parte da Modena alle 6:30 per arrivare a Carpi alle 06.48. Come consuetudine il treno si ferma a Quattro Ville verso le 6:40, sempre per lasciar passare il Frecciargento 9301. Di nuovo un ritardo per i problemi ai passaggi a livello: arriva l’annuncio del Capotreno “siamo fermi per il passaggio di un treno (…) ripartiremo alle 6:48 ” MA COME? Alle 6:48 il treno come da orario stabilito deve essere arrivato a Carpi! Alla richiesta del motivo di questo annuncio il Capotreno risponde in modo serafico che è stato lui a decidere l’annuncio formulato in questo modo. In conclusione, anche stamattina siamo scesi a Carpi alle 07:08 circa.

Il Capotreno è tenuto ad avvisare dei ritardi, non a  stabilire nuovi orari a sua discrezione.

La scorrettezza di Trenitalia  prosegue, con la noncuranza e il quasi menefreghismo di un Capotreno come in questo caso: tanto questi signori delle ferrovie stanno già lavorando, mentre chi arriva tardi al lavoro siamo noi pendolari.

Questi comportamenti non se li meritano le persone che tutti i giorni pagano regolarmente gli abbonamenti o i biglietti giornalieri per essere in orario al posto di lavoro o al luogo di studio per gli studenti”.

G.G.