Il sottopasso è impraticabile

Sul fondo dell’infrastruttura ci sono almeno cinque centimetri di fanghiglia maleodorante, d’altronde il Gabelo scorre proprio lì. Le condizioni del sottopasso sono tali da costringere pedoni e ciclisti a rischiare la propria incolumità attraversando una strada ad alto scorrimento di traffico. Perché nessuno fa nulla?

0
1586

Non si parla d’altro che di mobilità alternativa ma le infrastrutture che dovrebbero garantire ai ciclisti di circolare in modo sicuro lasciano alquanto a desiderare. Carpi, si sa, non è certo conosciuta per essere la città dei sottopassi ciclopedonali ma i pochi che ci sono versano in condizioni a dir poco vergognose. Il sottopasso di via Canale di Cibeno, quello che per intenderci consente di attraversare in totale sicurezza la Bretella, è impraticabile. Sul fondo dell’infrastruttura ci sono almeno cinque centimetri di fanghiglia maleodorante, d’altronde il Gabelo scorre proprio lì. Le condizioni del sottopasso sono tali da costringere pedoni e ciclisti a rischiare la propria incolumità attraversando una strada ad alto scorrimento di traffico. Perché nessuno fa nulla?

J.B.