Il cinema si racconta nella nuova pellicola del carpigiano Davide Bulgarelli

La pellicola, firmata dal regista e attore carpigiano Davide Bulgarelli, segue il percorso emotivo di un anziano che, suggestionato dalla partecipazione alla consegna del Premio Riccoboni all’attore Giorgio Albertazzi, ritorna ai ricordi della sua giovinezza per le vie della Città della Ghirlandina.

0
434
Davide Bulgarelli

Uniche tracce emotive è il titolo del film facente parte del progetto Sguardi e voluto dall’Università per la Terza Età di Modena, a suggello del rapporto della città di Modena col teatro italiano in generale e col Premio Riccoboni in particolare. La pellicola, firmata dal regista e attore carpigiano Davide Bulgarelli, segue il percorso emotivo di un anziano che, suggestionato dalla partecipazione alla consegna del Premio Riccoboni all’attore Giorgio Albertazzi, ritorna ai ricordi della sua giovinezza per le vie della Città della Ghirlandina. Ricordi ora piacevoli ora tragici, richiamati alla mente dalle immagini di interpretazioni cinematografiche e televisive di Albertazzi degli Anni Sessanta, quando l’anziano protagonista viveva i suoi vent’anni.

Una scena del film

Il film – il cui montaggio è a cura del carpigiano Enrico Mescoli – e interpretato da Graziano Nicoli, Enrico Campagnoli, Giulia Galizia e Bianca Bianconi, racchiude piccoli affreschi di fantasia, sguardi profondi nella carriera di grandi attori e le loro affinità col cuore pulsante e antico di Modena.