Tornado, danni ingenti in campagna

Tra le aziende più colpite la società agricola BM di Fossoli dove i ricoveri attrezzi e i capannoni sono stati completamente distrutti. La furia del vento oltre a squarciare le pareti, scoperchiare gli edifici e rompere le vetrate ha spostato mezzi agricoli pesanti anche qualche tonnellata riportando alla realtà le scene di devastazione del terremoto che nel 2012 avevano colpito l’area.

0
1439

Il tornado che nel tardo pomeriggio di ieri si è abbattuto con violenza nel carpigiano distruggendo l’aeroporto di Fossoli non ha lasciato indenne la campagna circostante. E’ quanto emerge da una prima verifica di Coldiretti Modena dopo il sopralluogo nelle aree più vicine all’epicentro del disastro.

Tra le aziende più colpite la società agricola BM di Fossoli dove i ricoveri attrezzi e i capannoni sono stati completamente distrutti. La furia del vento oltre a squarciare le pareti, scoperchiare gli edifici e rompere le vetrate ha spostato mezzi agricoli pesanti anche qualche tonnellata riportando alla realtà le scene di devastazione del terremoto che nel 2012 avevano colpito l’area. Danni anche all’allevamento di pesci a causa dei detriti che si sono accumulati nei laghetti.

Ma in tutta l’area circostante si registrano pensanti conseguenze – continua Coldiretti Modena: dalle piante di riso, in prossimità della raccolta, che a causa del vento si sono piegate e hanno perso i chicchi, fino alla dispersione di detriti che dall’aeroporto si sono sparsi su tutta la campagna circostante e che sarà necessario raccogliere con operazioni straordinarie di pulizia.

Il riso