Scuola, i trasporti saranno all’altezza della sfida?

Si conferma l’arrivo entro le 8 per l’ingresso alle scuole da tutte le località, la mattina, e l’uscita nelle fasce orarie delle 12, 13 e 14. Confermati i collegamenti pomeridiani esistenti.

0
381

Da oggi, 13 settembre, torna in vigore l’orario scolastico del trasporto pubblico per i servizi urbani di Modena, Carpi e Sassuolo e per il servizio extraurbano. Si conferma l’arrivo entro le 8 per l’ingresso alle scuole da tutte le località, la mattina, e l’uscita nelle fasce orarie delle 12, 13 e 14. Confermati i collegamenti pomeridiani esistenti. Previste circa 120 corse aggiuntive per aumentare la disponibilità di posti complessiva, confermata all’80% con occupazione prioritaria dei posti a sedere, rispetto a una didattica in presenza confermata al 100%. Grazie alle risorse supplementari garantite anche quest’anno dalla Regione Emilia-Romagna il servizio verrà potenziato sulle direttrici extraurbane a maggiore frequentazione dirette ai Poli scolastici, oltre che sui principali collegamenti urbani diretti alle scuole. Le corse aggiuntive saranno effettuate anche mediante l’impiego di mezzi gestiti da operatori privati, abilitati a svolgere servizio di linea: anche per questi mezzi aggiuntivi la capienza massima consentita sarà dell’80% rispetto ai posti complessivi. Si tratta di 52 mezzi collocati come rinforzi, cui se ne potranno aggiungere altri, se necessario, fino ad arrivare a 60. 

La collocazione dei mezzi, in collaborazione con SETA, potrà essere modificata in relazione ai rilevamenti puntuali della domanda che saranno effettuati a partire dal 13 settembre.

Nelle prime settimane di lezione gli orari di entrata e uscita degli studenti saranno provvisori. Si dovranno quindi attendere gli orari definitivi per verificare con efficacia l’assetto del servizio. aMo, in collaborazione con SETA, effettuerà un costante monitoraggio, per valutare la rispondenza dell’offerta programmata alle effettive esigenze dell’utenza e valutare, se possibile, l’adozione di correttivi e rimodulazioni. 

MODALITA’ DI UTILIZZO DEL SERVIZIO 

Su ogni mezzo la capienza consentita è evidenziata da appositi avvisi esposti in corrispondenza delle porte di salite/discesa, nei quali viene anche indicata la suddivisione tra posti a sedere e posti in piedi. Per salire a bordo dei mezzi di trasporto pubblico resta obbligatorio indossare la mascherina di protezione. 

I mezzi e gli spazi aperti al pubblico vengono sanificati con frequenza almeno giornaliera. Inoltre, sempre in ottica di elevare il livello di sicurezza del trasporto pubblico locale, a bordo dei mezzi sono presenti dispenser per l’erogazione di soluzioni idroalcoliche per l’igienizzazione delle mani. 

Gli orari di tutte le linee e l’elenco delle corse aggiuntive sono disponibili su www.setaweb.it/mo/linee

PERSONALE A SUPPORTO DEGLI UTENTI

Per i primi giorni del servizio invernale, nelle principali fermate urbane ed extraurbane sarà presente personale a supporto dell’utenza e con compiti di informazione, controllo degli accessi e promozione della sicurezza. Complessivamente saranno impiegate nel modenese circa 35 unità. Il personale ispettivo di SETA sarà inoltre impegnato nelle normali attività di verifica a bordo della regolarità degli utenti e del corretto adempimento di tutte le prescrizioni vigenti.

MONITORAGGIO IN TEMPO REALE DEI CARICHI

Gli utenti possono ottenere informazioni in tempo reale sulla presenza di corse aggiuntive e sul livello di riempimento dei mezzi utilizzando la app SETA (scaricabile gratuitamente per dispositivi Android e Apple) e la app regionale  https://rogerapp.it/