“Vorrei portare i colori in tutte le scuole”

Un grande soffione che si fa vento. E’ questo il colorato soggetto che l’artista carpigiana Francesca Lugli ha dipinto su una parete interna della Scuola Primaria Pertini.

0
1278
Francesca Lugli

Un grande soffione che si fa vento. E’ questo il colorato soggetto che l’artista carpigiana Francesca Lugli ha dipinto su una parete interna della Scuola Primaria Pertini.

“I locali sono stati tutti imbiancati e ora che l’istituto ha cambiato veste, le insegnanti mi hanno contattata per dar vita a un progetto di arte motivazionale. L’obiettivo infatti è quello di stimolare in modo positivo i piccoli attraverso i colori, accrescendone l’autostima”, spiega Francesca. 

Oggi a quale scalino sei arrivato? Recita una frase scritta sul muro, posta al fianco di una scala incitante i bambini a “non porsi limiti. I piccoli – sottolinea l’artista – entrano a scuola spesso impauriti per quel che li aspetta ma poi via via acquisiscono sicurezza, competenze. Imparano che possono apprendere e fare ciò che più desiderano. L’importante è non fermarsi al primo ostacolo, ma avere il coraggio di percorrere tutti i gradini. Fino in cima”. 

E poi c’è quel bellissimo soffione, i cui pistilli si trasformano in refoli di vento: “un segno di speranza e di trasformazione” sorride Francesca Lugli. L’affresco, alla cui realizzazione hanno contribuito anche alcune docenti, è interattivo, “uno strumento che le insegnanti potranno usare per mostrare agli alunni il loro percorso e stimolare in loro domande e pensieri positivi”.

Il lavoro dell’artista però non si ferma qui, nel corso dell’anno infatti darà vita a progetti capaci di coniugare “emozioni e colore, per aiutare così i bambini a prendere maggiore coscienza di sè e delle proprie potenzialità”. 

Questa è la quarta scuola che Francesca riveste d’arte: “sarebbe bello – conclude – poter portare del colore nel maggior numero di scuole possibile”.

Jessica Bianchi