Tutti i colori di fine estate con Carpinfiore

Sabato 11 e domenica 12 settembre, torna a Carpi la mostra mercato, organizzata da SGP Eventi con il patrocinio del Comune: riempirà, con una moltitudine di colori e profumi, Corso Alberto Pio e via Mazzini, grazie a floricoltori provenienti sia dal territorio locale che dal resto d’Italia.

0
492

Sabato 11 e domenica 12 settembre, la mostra mercato, organizzata da SGP Eventi con il patrocinio del Comune, riempirà, con una moltitudine di colori e profumi, Corso Alberto Pio e via Mazzini, grazie a floricoltori provenienti sia dal territorio locale che dal resto d’Italia. Un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati dal pollice verde e per i curiosi, che potranno contare su un’offerta variegata e insolita: in autunno fioriscono tantissime piante ed è il periodo perfetto per le erbe aromatiche. 

Dopo il successo dell’edizione estiva, che ha visto il centro storico della città emiliana piena di fiori anche insoliti ed esotici, il weekend di settembre sarà l’occasione per acquistare erbe e piante per la stagione autunnale e colorare gli spazi interni ma anche esterni, per i mesi più freddi. 

Spesso si crede che solo la bella stagione sia destinata alle fioriture; nelle tappe autunnali delle “Piazze in Fiore”, è possibile constatare invece che sono tante le varietà di piante che smentiscono questa credenza. Saranno proprio gli esperti floricoltori, provenienti da tutta Italia, a consigliare nella scelta delle piante da acquistare e come curarle per mantenerle rigogliose tutto l’inverno.

Il ciclamino, ad esempio, una delle più diffuse piante invernali vive 4-5 anni e i suoi inconfondibili fiori sbocciano per tutta la stagione fredda, fino ad aprile. 

Fra le tantissime tipologie vi saranno anche le Camelie, non a caso nominata la “regina dell’inverno” per l’abbondanza di fioritura anche nei periodi più freddi e le Rose, apprezzatissime nelle manifestazioni florovivaistiche, donano fioriture fino a tardo autunno.

Piene di fascino e sempre apprezzatissime, le Orchidee saranno le vere protagoniste dell’edizione autunnale di Carpinfiore. Dalle origini mitologiche, passando per le credenze medioevali che le ritenevano afrodisiache, queste piante attraggono specie per la loro bellezza. Si crede sia difficile da coltivare e mantenere in fioritura. Invece può crescere in qualsiasi luogo. Con le giuste cure potrà godere a lungo della fioritura, fino a oltre tre mesi e rifiorire di nuovo nella stagione successiva. A Modena si potranno acquistare anche orchidee rare e particolari come l’orchidea Theatro alta più di un metro, oltre due anni di cure amorevoli nelle serre unisce uno sviluppo impressionante di tanti strati di foglie e almeno tre rami colmi di fiori. 

Tante anche le piante verdi, di origine tropicale, ultima tendenza del florovivaismo, apprezzatissime anche per gli appartamenti per rimanere a contatto con la natura e il verde anche in inverno, che, oltre a diventare elementi di design, donano molta soddisfazione visiva e necessitano di poche cure. La Calatea Sanderiana o quella Medallion, originarie dell’America del Sud, tra Argentina e Perù, con foglie dal margine liscio o lievemente ondulato spesso tendente al viola. E ancora la Alocasia Zebrina, detta anche Orecchia d’elefante, sempreverde, originaria delle aree tropicali del Sud-est asiatico, che appartiene alla famiglia delle Araceae. Possiede bellissime foglie grandi ed ovali, di colore verde scuro e fusti elegantemente striati di giallo e di nero. Le grandi foglie, vanno lavate periodicamente con acqua sotto la doccia o con un panno umido. 

Ahthurium Crystallinum, antica pianta della Colombia dall’un’attraente colorazione verde scuro con un aspetto vellutato sulla lamina fogliare. Le nervature delle foglie sono di colore verde chiaro lungo le vene principali con la superficie abassiale (inferiore) di un verde molto più chiaro rispetto alla parte superiore della foglia. 

Altra novità esclusiva è l’Adenium Obesum, pianta caduciforme, conosciuta anche come “rosa del deserto” o “falso baobab” è una pianta arbustiva originaria delle zone desertiche dell’Africa orientale. La fioritura è un altro punto a favore di questo arbusto. Nella stagione estiva (ma in appartamento anche lungo tutto il corso dell’anno) delle grandi corolle stellate (fino a 5 cm di diametro), di colori vivaci, sorgono direttamente dal legno nudo. 

Dal Giappone, tanti Bonsai in diverse grandezze e i Kokedama: particolari tipi di bonsai senza vaso utilizzati per arredare con gusto e arte gli interni e gli esterni delle abitazioni. Le piccole creazione verdi e sferiche rimandano alla tradizione giapponese. Il termine kokedama, infatti, affonda le sue origini in due ideogrammi: koke che nella cultura giapponese significa “muschio” e dama che significa “perla” o “sfera”. 

Tipici di questo mese i settembrini, che fioriscono proprio in questo mese e fanno parte della vastissima famiglia degli Aster, originari del Nord America, le viole dai vari colori e l’erica spesso utilizzata per decorare balconi e giardini anche nella stagione più fredda. Si tratta di una pianta che produce un fiore molto piccolo, ma dal grande fascino. Essendo una pianta perenne, cresce in qualsiasi condizione climatica. 

Bulbi da interrare in autunno, le tantissime varietà di perenni ornamentali che fioriscono da settembre a novembre ed anche per la prossima stagione, le piante mediterranee come cickas, ulivi, agrumi, fichi d’india, kenzie, azalee e rododendri e tantissime zucche colorate e assai ornamentali.

Si potranno acquistare inoltre piante grasse, succulenti e cactacee in tantissime varietà e misure, ricercate e da collezione come le adromiscus,

copiapoe da importanti produttori lombardi e toscani. Anche chi ama coltivare erbe aromatiche in casa, da utilizzare in cucina per preparare gustosi piatti, sarà soddisfatto grazie alle tante varietà bio e ai peperoncini in tante varietà e “piccantezze”, alla salvia, dalle fiorite santoreggia alla menta della Val d’Aosta e quella marocchina, dalla piperita alla spicata, il raperonzolo, l’erba caccialepre, l’alchemilla, e tantissime altre, per avere sempre sul proprio balcone o giardino, erbe aromatiche pronte da cogliere per dare un tocco in più alla propria cucina. Dopo il successo di giugno ritorna uno dei rari produttori di piante carnivore che porterà a Carpi in esclusiva specie rare e introvabili.

Ampio spazio all’artigianato artistico a tema e un ricco assortimento di articoli per la casa e per il verde. Inoltre stand con prodotti alimentari di aziende agricole come i formaggi lombardi caprini e di eccellenza dalla Val Camonica, Olio extravergine d’oliva e olive dalla Puglia, focaccia genovese e birra artigianale.