Il paradiso dei podisti, la lunga via delle Dolomiti tra Cortina e Dobbiaco

In Corso Italia a Cortina alle 8 di domenica si sono presentati alla partenza anche quattro atleti dell'Atletica Cibeno di Carpi

0
774

La gara regina delle Dolomiti, dopo un anno di pausa a causa della pandemia, riparte alla grande con oltre 2500 partecipanti provenienti da tutte le parti d’Italia e non solo ai nastri di partenza domenica 5 settembre. Il percorso è quello della vecchia ferrovia che collegava Cortina a Dobbiaco: 30 chilometri immersi nella natura con passaggi mozzafiato attraverso ponti, costeggiando laghi e lungo gallerie. Proprio per il contesto di una meravigliosa natura che lo caratterizza, questo percorso è molto ambito dai podisti.

In Corso Italia a Cortina alle 8 di domenica si sono presentati alla partenza anche quattro atleti dell’Atletica Cibeno di Carpi: Lorenzo Mora, in ottima forma, ha chiuso in 2:22’52”; Nino Squatrito lontano per mesi dalle gare a causa di un infortunio, ha chiuso la gara in 2:26’15”; l’instancabile Lorena Incerti, non finisce mai di stupire e chiude in 2:43’58”; infine Tommaso Leone ha chiuso la sua prestazione in 2:44’15”.

La 21esima edizione della “Corsa delle Dolomiti” è stata vinta dal keniano Isaac Kipkemboi Too in 1:38’47’’.