Basta una sola dose di vaccino per i guariti dal Covid-19

Per i guariti dal Covid basta una sola dose di vaccino. Prima il ministero indicava un intervallo tra 3 e 6 mesi per la somministrazione: ora si passa a 6-12 mesi. Un cambiamento in itinere che ha spiazzato alcuni ex malati già entrati nel circuito vaccinale e che dopo la prima somministrazione avevano già ricevuto l’appuntamento per la seconda. Come fare dunque?

0
1702

Basta una sola dose di vaccino per i guariti dal Covid-19 entro 12 mesi dal primo tampone negativo dopo l’infezione, sia per i sintomatici che per gli asintomatici. A stabilirlo è una circolare del Ministero della Salute, del 21 luglio, firmata dal direttore generale della Prevenzione, Gianni Rezza. 

Un’unica eccezione: “Per i soggetti con condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici, resta valida la raccomandazione di proseguire con la schedula vaccinale completa prevista». Si estendono così i tempi della normativa precedente, che prevedeva un’unica inoculazione entro sei mesi dalla guarigione, due dosi oltre i sei mesi (sempre a esclusione degli immunodepressi).

Un cambiamento in itinere che ha spiazzato alcuni ex malati già entrati nel circuito vaccinale e che dopo la prima somministrazione avevano già ricevuto l’appuntamento per la seconda. Come fare dunque per disdire?

A rispondere è l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini: “in considerazione della decisione presa dal Governo stiamo valutando quanti sono coloro che hanno già fatto la prima dose e hanno l’appuntamento per la seconda e molto probabilmente saremo noi stessi a comunicare loro il fatto di non dover completare il ciclo. Voglio poi rassicurare queste persone dicendo loro che tale cambiamento non comporterà alcun problema ai fini dell’ottenimento del green pass poiché questo provvedimento ubbidisce a una logica che ha un supporto scientifico: attraverso lo sviluppo della malattia prima e con la prima vaccinazione poi, hanno ottenuto l’immunità e pertanto hanno diritto alla certificazione verde”.

A chi ha contratto l’infezione nei 12 mesi appena trascorsi l’azienda sanitaria modenese, ad oggi, consiglia “di recarsi comunque al punto vaccinale il giorno dell’appuntamento e valutare insieme al medico se è da considerare sufficiente la prima dose o se effettuare anche la seconda dose”. 

Jessica Bianchi