La Fondazione sostiene le famiglie alle prese con i costi di assistenza dei propri anziani nelle strutture private

La Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi stanzia 200mila euro per dare continuità al progetto Trame d’argento, promosso e gestito dai Servizi Sociali dei Comuni di Carpi, Novi di Modena e Soliera, e volto a mitigare le maggiori spese che le famiglie con anziani non autosufficienti, accolti in strutture residenziali private e in attesa di una sistemazione in quelle pubbliche, si trovano a dover affrontare.

0
297

La Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi stanzia 200mila euro per dare continuità al progetto Trame d’argento, promosso e gestito dai Servizi Sociali dei Comuni di Carpi, Novi di Modena e Soliera, per sostenere economicamente quelle famiglie che, per far fronte alla necessità di cura di un proprio familiare non autosufficiente, si sono viste costrette, non riuscendo a trovare posto in una Casa Residenza per Anziani (CRA) accreditata e contrattualizzata dalla pubblica amministrazione, dal momento che la richiesta è ben superiore al numero di domande, a rivolgersi a privati, dovendosi di conseguenza far carico di costi più elevati.

“Siamo fortemente convinti che sia giusto dirigere le nostre risorse direttamente ai bisogni delle fasce più deboli.Dobbiamo cercare di essere pronti a soccorrere le necessità  che si presentano – spiega il presidente della Fondazione, Corrado Faglioni – come lo siamo stati per il Covid, con uno stanziamento straordinario di 500mila euro, circa un anno fa, come abbiamo voluto proseguire con l’erogazione proposta per le cure palliative di 400mila euro, diretta ai fabbisogni in modo privilegiato rispetto alle strutture, e come sottolineiamo anche oggi con la delibera del sostegno a Trame d’argento. I risultati ottenuti con la partnership dei Comuni di Carpi, Novi di Modena e Soliera su questo progetto sono stati convincenti e siamo certi di avere ben indirizzato le nostre risorse. Una Fondazione vicina ai bisogni e proattiva è quello che abbiamo voluto sottolineare con il programma triennale 2020-2022 denominato Da Sostegno a Innovazione e crediamo che sia nostro compito guardare al domani. L’assistenza agli anziani è una priorità del futuro che riconosciamo primaria – conclude il presidente Faglioni – pertanto anche Trame d’argento è un progetto che continua a essere nelle nostre priorità”.

Il progressivo invecchiamento della popolazione comporta un numero sempre più corposo di soggetti non autosufficienti e conseguentemente le liste di attesa per poter accedere alle Case Residenza per Anziani comunali si allungano. Con questo stanziamento, la Fondazione CR Carpi assicura il sostegno alla prosecuzione di un progetto volto a mitigare le maggiori spese che le famiglie con anziani non autosufficienti, accolti in strutture residenziali private e in attesa di una sistemazione in quelle pubbliche, si trovano a dover affrontare.