Cimitero sfregiato: servono più controlli

La cinta esterna del Cimitero cittadino di Carpi è completamente imbrattata di scritte. Sfregi del tutto inopportuni per un luogo che, come ci scrive la signora Franca, dopo aver letto l’articolo su Gasa, dovrebbe meritare “decoro e rispetto”.

0
719

La cinta esterna del Cimitero cittadino di Carpi è completamente imbrattata di scritte. Sfregi del tutto inopportuni per un luogo che, come ci scrive la signora Franca, dopo aver letto l’articolo su Gasa, dovrebbe meritare “decoro e rispetto”. Non ci stancheremo mai di ripeterlo, il vandalismo non fa rima con street art. I writer alle prime armi è giusto che si esercitino magari su muri di edifici abbandonati ma alcuni luoghi meritano rispetto, è il cimitero è uno di questi. Possibile che nessuno si accorga mai di nulla? Quando finalmente inizieranno i lavori al Parco della Cappuccina, l’area a ridosso della cinta del cimitero verrà sgombrata dall’erba ora altissima e non ci saranno più giustificazioni. Nessuno potrà imbrattare il muro senza essere visto dalla pista ciclabile e da via Nuova Ponente. E chissà che una pattuglia, anziché andarsene dritta per la sua strada, passando oltre, non decida di fermarsi per dare qualche tirata d’orecchie…

J.B.