Capriolo salvato dai volontari del Pettirosso torna libero

I volontari del Centro fauna selvatica Il Pettirosso sono stati impegnati nei giorni scorsi nel recupero di un capriolo all'interno di una grossa ceramica a ridosso di una trafficata strada provinciale a Fiorano Modenese.

0
315

I volontari del Centro fauna selvatica Il Pettirosso sono stati impegnati nei giorni scorsi nel recupero di un capriolo all’interno di una grossa ceramica a ridosso di una trafficata strada provinciale a Fiorano Modenese. L’animale si era nascosto dietro ai pallet per riprendere fiato dopo un’interminabile corsa fatta all’interno della proprietà nella vana speranza di trovare un varco e riconquistare così la libertà. Pausa che ha dato il tempo ai volontari di stendere una rete antitraumatica nella quale il capriolo, fulmineo, si è immediatamente buttato dentro e così una volta chiuso in una cassa da trasporto è stato riportato a casa dove è stato liberato.

“Liberiamo dai 300 ai 400 caprioli ogni anno – spiega Piero Milani, direttore del centro fauna Il Pettirosso – e dunque grazie a tale esperienza abbiamo imparato le tecniche corrette per avvicinarli e catturarli”.