La logistica 4.0 è di casa alla Elcam Medical: “qui la merce si muoverà senza l’uomo”

In via Emilia Romagna, a ridosso dell’azienda biomedicale di proprietà israeliana Elcam Medical sta nascendo un magazzino verticale completamente automatizzato.

0
1641

Una imponente struttura in metallo ha catalizzato in questi giorni l’attenzione di numerosi cittadini. In via Emilia Romagna, infatti, a ridosso dell’azienda biomedicale di proprietà israeliana Elcam Medical sta nascendo un magazzino verticale completamente automatizzato. Una novità per Carpi che proietta l’azienda verso la logistica 4.0 come spiega l’ingegner Fabio Penitenti: “questo progetto rappresenta un grosso cambiamento per lo stoccaggio e la movimentazione delle merci. Il magazzino, che occupa una superficie di circa 1.500 mq e si sviluppa in altezza, ci consentirà di stoccare 2.500 pallet”. A cambiare è la filosofia che sta alla base della logistica: “non sarà più l’uomo ad andare verso la merce, bensì il contrario. Il magazzino – prosegue l’ingegnere – sarà completamente automatizzato grazie alla presenza, al suo interno, di un carrello trilaterale a guida autonoma per il deposito, la movimentazione e il prelievo dei pallet. Ormai la logistica moderna, la cosiddetta 4.0, prevede solo magazzini di questo tipo; spazi dove il compito dell’uomo è limitato alla gestione e alla supervisione del processo e dove gli standard di sicurezza sono altissimi poiché il rischio di caduta accidentale di pallet o di movimentazioni non corrette, grazie a questa sofisticata tecnologia, è estremamente limitato”.

Il magazzino, che rappresenta un unicum per Carpi e che sarà operativo a partire dal mese di giugno, segna una svolta  per Elcam Medical: “l’obiettivo – conclude l’ingegner Penitenti – è quello di integrare tutti i flussi logistici dell’azienda in un’ottica di veicoli laser o filo guidati per ridurre i rischi e far sì che la supervisione dell’uomo possa essere effettuata anche da remoto. Oggi la merce si sposta solo se è l’uomo a farlo, dopo non sarà più così. La logistica moderna non fa più rima con facchinaggio, grazie all’automazione si può garantire un servizio costante e senza interruzioni a prescindere dalla presenza fisica dell’operatore”.

Elcam Medical, gruppo che conta circa 200 addetti tra Carpi e Mirandola, produce componenti innovativi e dispositivi medici monouso di alta qualità per la somministrazione di terapie infusionali che esporta in tutto il mondo, ed è in prima linea nella produzione di materiali “critici” impiegati per il trattamento in ambito ospedaliero dei malati di Covid 19.

Jessica Bianchi