Lotta al fumo, divieti anche all’aperto

Saranno in vigore vicino a uffici pubblici e Loria. E una mozione impegna la giunta a creare zone ’smoke free’ in occasione di grandi eventi

0
650

Carpi si impegna ad essere un Comune in prima linea nel contenimento del fumo passivo, introducendo azioni concrete. È quanto deciso da una mozione, presentata da alcuni consiglieri di maggioranza e approvata dal Consiglio comunale, con il voto favorevole anche di Movimento 5 Stelle e Carpi Futura (Lega e Fratelli d’Italia astenuti), che impegna Sindaco e Giunta a una serie di contromisure per limitare i danni derivanti dal fumo.

L’atto impegna il Sindaco e la Giunta:

– ad introdurre il divieto di fumo nelle aree prospicienti gli ingressi degli uffici pubblici e della Biblioteca Loria, distanziando le aree dove il fumo è possibile, anche per evitare che lo stesso penetri negli ambienti.

– A prevedere nel tempo l’estensione del divieto di fumo negli spazi destinati a spettacoli ed iniziative pubbliche all’aperto.

– A prevedere iniziative per il contenimento del fumo negli spazi pubblici (strade, piazze, portici) in occasione di grandi eventi, istituendo zone smoke free. Questo a partire dalla Festa del Gioco e dal Cinema in piazza.

– A coinvolgere le Amministrazioni locali di Modena e Sassuolo, al fine di valutare la possibilità che le diverse iniziative del Festival della Filosofia siano liberate dal fumo.

– A prevedere il divieto di fumo in alcune aree monumentali della città, con particolare riferimento al Cortile d’Onore di Palazzo Pio e al Cortile delle Steli .

Si tratta di un atto importante, il primo con questi contenuti nella nostra Provincia.

Ora Adiconsum, Federconsumatori e Movimento Consumatori che avevano chiesto di innalzare l’attenzione confidano che altri Consigli Comunali discutano di questi temi, approvando atti finalizzati a garantire il diritto alla salute dei propri cittadini. Sarebbe davvero importante se questo avvenisse entro il prossimo 31 maggio, giornata mondiale contro il fumo.