Il cantiere delle Gasparotto rivive grazie ai disegni dei bambini

La Scuola primaria Gasparotto di Fossoli, con l’aiuto dei suoi piccoli alunni, guidati dall’artista carpigiana Francesca Lugli, risplende di colori.

0
333

Ridare vita al legno, offrire ai bambini la possibilità di esprimere le proprie emozioni e, allo stesso tempo, contribuire a risanare l’aria. Sono questi gli obiettivi del progetto Ridoniamo vita con il colore nato tra le mura della Scuola primaria Gasparotto di Fossoli, grazie all’artista carpigiana Francesca Lugli.  

Come tante tessere di un puzzle, i disegni dei bimbi hanno composto una sola opera d’arte suddivisa in quattro pannelli di grandi dimensioni poi posizionati sulle grigie assi di legno che delimitano il cantiere della scuola. Un progetto che “amo – spiega l’artista – perché continuerà a essere interattivo nel corso del tempo. Sui due pannelli principali, infatti, i bambini potranno scrivere i loro pensieri anche in futuro”.

Grazie a questa idea colorata, il cantiere brilla ora di luce e di vita e grazie all’impiego di una pittura antibatterica e anti inquinante (la cui particolarità è quella di depurare l’aria grazie alla sua struttura chimica) questa corale opera d’arte sarà anche ecologica. 

Jessica Bianchi