Cantiere Concentrico: iscrizioni aperte

Il corso inizierà online fino a quando non ci si potrà incontrare in presenza, martedì 12 gennaio, alle 20.30.
 Per iscriversi basterà inviare una mail a: info@concentricofestival.it e si riceverà tutto il materiale.

0
488

C’è ancora tempo per iscriversi al laboratorio teatrale Cantiere Concentrico 2021 organizzato dll’Associazione AppenAppena con la docenza di Irma Ridolfini e Paolo Zaccaria. Il corso è aperto a tutti, anche alla prima esperienza, a partire dai 18 anni, si svolgerà nel rispetto di tutte le norme per la tutela della salute e prevede una restituzione finale che andrà in scena all’aperto in estate sul palco del Festival Concentrico 2021.
Il corso inizierà online fino a quando non ci si potrà incontrare in presenza, martedì 12 gennaio, alle 20.30.
 Per iscriversi basterà inviare una mail a: info@concentricofestival.it e si riceverà tutto il materiale.

“Per il primo anno – spiega Irma Ridolfini, docente del corso – non scegliamo un testo di riferimento: vogliamo lasciarci la libertà di scoprire insieme al gruppo quale storia vogliamo raccontare. Abbiamo però individuato un tema, prendendo come spunto, fra gli altri, l’introduzione di un libro che ci ha ispirato: Guida Galattica per Autostoppisti. A volte capita qualcosa di inaspettato che ci toglie dalle nostre certezze, che ci mette di fronte alla consapevolezza che non possiamo avere tutto sotto controllo e, soprattutto, che non siamo i padroni dell’universo. Questa sensazione nell’ultimo anno l’abbiamo sperimentata tutti. In qualche modo, ci piacerebbe esplorarla e usarla per il nostro lavoro: ma invece di metterla sul drammatico e costruire uno spettacolo esistenzialista sulla funzione dell’uomo nel mondo, vogliamo prenderla con ironia”. “Chi ci conosce sa che siamo profondamente innamorati di Anton Cechov, uno dei più grandi drammaturghi della storia del teatro. Se c’è una cosa che Cechov sa fare, – prosegue Paolo Zaccaria – è raccontare quanto gli uomini possano essere ridicoli e patetici nei loro drammi; lo fa con ironia e sensibilità, senza giudicare, anzi, mettendosi nel mucchio, è come se dicesse: siamo tutti dei casi disperati, cerchiamo di non essere troppo severi gli uni con gli altri e, possibilmente, ridiamoci su”.
Il nuovo percorso per il 2021 prevede tre fasi di lavoro in cui si articolerà il laboratorio: la prima che si svolgerà online sarà dedicata a giochi di scrittura creativa per iniziare a costruire la storia; come il teatro insegna, si proverà a creare non solo con la testa ma anche con il corpo, giocando a calarsi nei panni di qualcun altro, diverso da noi. Durante la seconda fase si prenderà confidenza con lo spazio, ci si relazionerà – in sicurezza – sperimentando la fisicità collettiva e lo stare in ascolto, poi, gradualmente, si tornerà alle creazioni narrative e si inizierà a sperimentarle sul palco, aggiustandole e arricchendole per la scena. L’ultima fase prevede nuovi spazi, nuove sperimentazioni. Sarà il momento in cui allenare l’espressività perché possa emergere anche in uno spazio non convenzionale, si imparerà a creare un palco ovunque, definendo la scena con i corpi in ascolto; in questo nuovo contesto prenderà vita lo spettacolo nella sua forma definitiva. 
Il corso si svolgerà ogni martedì dalle 20.30 alle 22.30 a partire dal 12 gennaio fino allo spettacolo finale che si svolgerà all’aperto a luglio 2021 sul palco di Concentrico. La prima parte delle lezioni saranno online, la seconda parte si terranno in presenza presso il Teatro Comunale di Carpi e il Circolo Bruno Losi ed è prevista una terza tranche di incontri all’aperto in previsione dell’esito finale.
Il costo è di 250 euro con possibilità di rateizzare il pagamento.